Condividici su:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su LinkedIn
Sistema Regionale delle Competenze


AVVISO - Sistema Regionale Competenze - RRFP

Si comunica che presso il Servizio Formazione Professionale – viale Corigliano 1, BARI (stanza Responsabile di Asse V), ogni giovedì dalle 10.00 alle 13.00, è disponibile un servizio informativo specifico per il Sistema Regionale delle Competenze, per il Repertorio Regionale delle Figure Professionali e le procedure di aggiornamento dello stesso.

 

Progetto Interregionale – “Protocollo d'Intesa tra Regione Puglia e Regione Toscana per la collaborazione in materia di standard per il riconoscimento e la certificazione delle competenze”

Asse V - "Transnazionalità Interregionalità" P.O. Puglia FSE 2007-2013

 

Dalla strategia di Lisbona a Europa 2020

Per comprendere le motivazioni delle strategie europee per l’occupazione e la formazione che sono state adottate sino ad oggi è necessario prendere in considerazione alcuni temi “chiave” che rappresentano il manifesto della strategia comunitaria in campo educativo, in particolare nell’ultimo decennio:

La società della conoscenza, il Capitale umano e l’apprendimento permanente.

L’espressione Società della conoscenza” è utilizzata per definire una delle principali caratteristiche del sistema economico e produttivo contemporaneo, in quanto sempre più il sapere, invece del capitale “materiale” diventa una risorsa indispensabile per la produzione e per lo sviluppo del sistema economico. La diffusione dell’informazione e delle nuove tecnologie ha trasformato le caratteristiche del lavoro e l’organizzazione della produzione. Sorge la necessità per tutti di adattarsi non solo ai nuovi strumenti tecnici, anche alla trasformazione delle condizioni di lavoro.

Il “ Capitale umano” espressione in analogia con la terminologia economica, viene incluso nelle risorse economiche insieme all’ambiente e al capitale fisico, ed è costituito dall’insieme delle facoltà e delle risorse umane, in particolare conoscenza – istruzione - informazione - capacità tecniche, acquisite durante la vita di un individuo, che danno luogo alla capacità di svolgere attività di trasformazione e di creazione e sono finalizzate al raggiungimento di obiettivi sciali ed economici. La formazione e la crescita del capitale umano avvengono tramite i processi educativi di un individuo che si realizzano nell’ambiente familiare, nell’ambiente sociale, nella scuola e nell’esperienza di lavoro. Per offrire opportunità di lavoro per tutti e creare un’economia più competitiva e sostenibile c’è bisogno  di una forza lavoro altamente qualificata in grado di rispondere alle sfide attuali e future. E’ urgente investire in competenze e migliorare la corrispondenza tra queste e l’offerta di lavoro, in modo valido per anticipare le tendenze future.

Per far fronte al cambiamento continuo e alle richieste di competenze sempre più elevate ed aggiornate, l’apprendimento non può essere più promosso in una sola fase della vita, ma deve diventare una condizione permanente delle persone ( l’espressione “Lifelong learning). La formazione permanente non è intesa solo come apprendimento a fini occupazionali, ma anche personali, civili e sociali, collegandosi ad altri obiettivi fondamentali quali quelli dell’occupabilità, dell’adattabilità e della cittadinanza attiva. L’apprendimento non si realizza solo nelle attività formative intenzionali e riconosciute come quelle proposte dall’istruzione e formazione ( formazione formale). L’apprendimento avviene anche in attività formative svolte al di fuori del contesto educativo tradizionale, ad esempio sul lavoro ( formazione non formale) ed avviene anche nella esperienza di vita quotidiana ( formazione informale).

Obiettivo generale

In linea con le strategie europee e nazionali, la Regione Puglia,  ha adottato politiche di lifelong learning che garantiscono a tutti i cittadini migliori condizioni di accesso alle opportunità formative e di apprendimento in qualsiasi momento della vita, di accesso e integrazione nel mercato del lavoro, di occupabilità e mobilità professionale, anche attraverso il miglioramento dei sistemi di formazione professionale, istruzione, orientamento, incontro domanda-offerta di lavoro.

 Obiettivo finale è porre al centro del processo di certificazione delle competenze la persona, cui vanno riconosciute, in modo unitario a livello nazionale, le competenze comunque acquisite, in una prospettiva di lifelong learning, in modo da facilitare l'ingresso e la permanenza nel mondo del

lavoro, la flessibilità nell'occupazione e la crescita delle proprie capacità e conoscenze ai fini di una loro effettiva spendibilità.

Realizzazione

Il progetto della Regione Puglia, si sviluppa attraverso un Protocollo d’Intesa con la Regione Toscana per la collaborazione in materia di standard per il riconoscimento e la certificazione delle competenze, finanziato con risorse dell’Asse V del P.O FSE 2007-2013.

Il trasferimento di buone prassi previsto dal Protocollo d’Intesa tende a riformare il sistema regionale integrato di istruzione, formazione e lavoro rendendolo maggiormente funzionale alle esigenze di crescita del livello di istruzione e di formazione di tutti i cittadini, di sviluppo costante delle loro competenze di base e professionali, di esercizio pieno e consapevole del diritto al lavoro e ad un lavoro qualificato.

Il percorso  prevede  “l’impiego diffuso del metodo concreto di apprendimento per competenze", attraverso la definizione di un sistema in grado di garantire ai cittadini la spendibilità delle competenze comunque acquisite, attraverso la costruzione delle seguenti infrastrutture:

 

  • standard professionali, intesi come caratteristiche minime che descrivono i contenuti di professionalità delle principali figure professionali rappresentative dei settori economici del territorio pugliese, descritte in termini di Aree di Attività (Ada) e relative Unità di Competenza comprendenti conoscenze/capacità, come descritte nel Repertorio Regionale delle Figure Professionali.
    Il Repertorio completo è consultabile all’indirizzo www.sistema.puglia.it/rrfp.

 

  • standard relativi ai processi di riconoscimento e certificazione delle competenze, intesi come caratteristiche minime di riferimento per l’attivazione dei processi di riconoscimento, valutazione e  certificazione delle competenze comunque acquisite in linea con le procedure per il rilascio del Libretto Formativo del Cittadino, affinché le competenze possano essere capitalizzate e “spese” dalla persona;

  • standard di percorso formativo, intesi come caratteristiche minime dei percorsi formativi di tipo formale, finalizzati all’acquisizione di Unità di Competenze; per ciascuna “filiera formativa” vengono individuati gli standard formativi. Gli standard formativi sono stati recentemente definiti e saranno applicati in via sperimentale per un anno.

 

Informazioni sull’argomento possono essere richieste all’indirizzo e-mail: comitatotecnicocompetenze@regione.puglia.it



Allegati