Condividici su:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su LinkedIn
ARCHIVIO PRIMO PIANOFeed RSS
 Data: 25/07/2013

In Puglia "ritorna il futuro" con 18 milioni di euro
Con un budget di 18 milioni di euro, parte, a grande richiesta dei giovani pugliesi, la quinta edizione di Ritorno al Futuro, il programma per l'alta formazione che è riuscito ad erogare fino ad oggi, 12.084 borse di studio, per la frequenza di master post-laurea in Italia e all'estero, ad altrettanti giovani laureati pugliesi. Il programma, ormai consolidato, arriva all'edizione 2013, con una certezza in più: riuscire a garantire, per quasi il 60% dei beneficiari, un'occupazione entro un anno dalla conclusione del percorso formativo. L'intervento, inserito nel Piano Straordinario del Lavoro e cofinanziato dal PO Puglia FSE 2007/2013, finanzierà borse di studio per la frequenza di master di circa 1300 giovani pugliesi. Tra le novità più rilevanti dell'edizione 2013, che conserva l'impianto generale della precedente, il criterio di premialità che assegnerà un punto in più ai ragazzi che presenteranno richiesta di borsa per un master all'estero. La Regione vuole così premiare i giovani che scelgono un master fuori dall'Italia aggiudicandosi maggiori e più solide opportunità occupazionali. Come si accennava, infatti, dal Rapporto di Valutazione relativo alle iniziative di Bollenti Spiriti e Ritorno al Futuro è emerso che il tasso di inserimento nel mondo del lavoro dei beneficiari di queste iniziative, a 12 mesi dalla fine del master, è pari a quasi il 60%, con una maggiore incidenza nei casi di master svolti all'estero. Per finalizzare maggiormente l'iniziativa ai bisogni del territorio e all'inserimento lavorativo dei giovani, sarà realizzata inoltre una banca dati, attraverso piattaforma informatica, dove i beneficiari della presente e delle passate edizioni di Ritorno al Futuro potranno inserire il proprio curriculum vitae. "C'è un legame diretto tra alta formazione e occupazione - ha dichiarato Alba Sasso, assessore al Diritto allo Studio e alla Formazione della Regione Puglia - Per questo la Regione Puglia ha deciso di riproporre il progetto "Ritorno al Futuro", peraltro molto atteso dalle ragazze e dai ragazzi pugliesi, come strumento per accedere a nuove opportunità di crescita formativa e occupazionale In un contesto di forte crisi occupazionale, che colpisce soprattutto i giovani, riteniamo che questo investimento possa costituire, come ci dice anche il rapporto di valutazione sulle annualità precedenti, per le ragazze e i ragazzi pugliesi una opportunità reale. Siamo sempre più convinti - ha poi concluso l'assessore Sasso - che la vera grande risorsa per lo sviluppo e per la crescita socio-economica e culturale della regione sia la presenza di giovani qualificati; per queste ragioni abbiamo investito in 7 anni oltre 209 milioni di euro per finanziare l'alta formazione, e per garantirla soprattutto a chi ha redditi più bassi".

Allegati: Estratto BURP



 Data: 28/10/2013

Avviso FC/13 - Piani Formativi Aziendali e Pluriaziendali
In riferimento all’Avviso FC/13(approvato con D.D. 2097 del 28/12/2012 – B.U.R.P. n. 2 del 03/01/13), si comunica che le graduatorie dei Piani Formativi Aziendali e Pluriaziendali, relative alla prima scadenza dell’ 11/04/2013 ed approvate con Determinazione Dirigenziale n. 1121 del 28/10/13, saranno pubblicate in data 31 ottobre p.v., sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. Si precisa che, in vista della seconda scadenza prevista per il 31/10/2013, l’ Amministrazione Regionale mette a disposizione l’ importo di ¤ 497.631,79 (differenza tra la disponibilità finanziaria complessiva dell’Avviso e la spesa delle graduatorie di cui sopra)”.




 Data: 17/04/2014

Approvato l’Avviso per la Rete dei Punti di Accesso a Garanzia Giovani
Approvato l’Avviso per la manifestazione di interesse all’adesione alla Rete dei Punti di Accesso al Piano Regionale Garanzia Giovani, che garantiranno un’adeguata attività di informazione, promozione e accesso ai servizi di Youth Guarantee su tutto il territorio pugliese. “Questo Avviso – hanno dichiarato gli assessori al lavoro, alla Formazione e alle Politiche giovanili – è un tassello importante che va nella direzione del pieno completamento del nostro Piano Regionale per Garanzia Giovani. Mentre a livello nazionale sono ancora in fase di definizione punti importanti del Piano, la Regione Puglia ha avviato le proprie azioni per la gestione del Programma. Attraverso questa Rete, che sarà sviluppata sulla buona prassi dell’esperienza maturata con la Rete dei Nodi di animazione del Piano straordinario per il Lavoro, i giovani in possesso dei requisiti potranno recarsi agli sportelli per avere informazioni sul Programma ed essere supportati, eventualmente, nella iscrizione al Portale regionale Sistema Puglia”. Potranno aderire alla Rete dei Punti di Accesso i soggetti già inseriti nella Rete dei Nodi del Piano per il Lavoro. Per essere accreditati in Garanzia Giovani, tuttavia, dovranno obbligatoriamente partecipare alle sessioni informative e formative, organizzate dalla Regione Puglia, al fine di garantire informazioni uniformi e corrette. I soggetti non inseriti nella Rete dei Nodi che volessero partecipare, potranno presentare istanza di adesione, nel rispetto dei requisiti strutturali e funzionali/operativi previsti dall’Avviso. “Restano delle criticità di fondo – ha continuato l’assessore al Lavoro – come per esempio la capienza delle risorse, soprattutto a seguito dell'allargamento della platea dei beneficiari ai giovani fino a 29 anni senza ulteriori stanziamenti, così come i tempi di gestione da parte dei servizi pubblici e privati sempre più complessi da rispettare. Per anni – ha concluso l’assessore al Lavoro – si è scelto di non investire nei Centri per l’Impiego, ed oggi si chiede a questi soggetti di gestire contemporaneamente decine di migliaia di giovani, peraltro con complicazioni causate da alcune scelte tecniche imposte alle Regioni e in assenza di qualsiasi indicazione sull’assistenza tecnica promossa dal Governo". Sulla stessa linea l’assessore alla Formazione e al Diritto allo Studio, secondo cui “la Regione Puglia non si limiterà ad attuare le tardive indicazioni del PON nazionale, ma rielaborerà la Youth Guarantee sulla base delle competenze e del know how sviluppato in anni di programmi a sostegno della formazione e dell’occupazione, strumenti la cui validità è riconosciuta dai più autorevoli osservatori nazionali e internazionali. La Rete dei Punti di Accesso a Garanzia Giovani è il perfetto esempio di come le esperienze sviluppate si mescolano con un programma nazionale e comunitario”. “Non possiamo immaginare – ha infine concluso l’assessore alle Politiche Giovanili - una Youth Guarantee scollegata da quell’abbraccio di opportunità che la Regione ha sviluppato a sostegno dell’occupazione delle persone più fragili: Microcredito, il nuovo Piano Bollenti Spiriti "Tutti i Giovani sono una risorsa", sono tutti strumenti che arricchiranno la filiera del lavoro possibile e di cui la via pugliese al Piano Garanzia Giovani sarà parte integrante”. L'Avviso è scaricabile su questo sito, nella sezione "Atti e Normative Regionali" poi "Determinazioni" oppure nella sezione "Avvisi Pubblici" poi "Regionali".




 Data: 20/06/2014

Riqualificazione OSS: prorogati i termini per le aziende
In riferimento all’Avviso 1/2014 –“Riqualificazione O.S.S. (Operatori Socio Sanitari)”, con DD del Servizio Formazione Professionale n. 559 del 19/06/14, sono stati prorogati per le aziende i termini per il trasferimento delle domande sulla piattaforma telematica. Infatti la data di scadenza era indicata per le ore 14.00 del 20/06/14. Tale data viene prorogata alle ore 14.00 del 27/06/2014. Si precisa, inoltre, che in riferimento alla stesura del piano finanziario, relativamente alla macro Voce B2: “Realizzazione”, la percentuale del 54% era indicata come “max”, ma abbiamo provveduto a rettificare sulla piattaforma informatica in “MINIMO”.




 Data: 15/11/2013

Approvati i corsi per Operatore Socio Sanitario
Approvati in tutta la Regione Puglia i corsi per Operatore Socio Sanitario. In totale si tratta di 41 corsi OSS divisi nelle 5 province. «Diamo risposte alle attese dei giovani, dei disoccupati e degli inoccupati. Attraverso i corsi per Operatore Socio Sanitario formiamo e qualifichiamo figure professionali che aspettano di entrare nel mercato del lavoro», ha detto Leo Caroli, assessore al Lavoro. «Si tratta di formazione ad alto indice di occupabilità – ha aggiunto Alba Sasso, assessore al Diritto allo Studio e Formazione – e allo stesso tempo qualifichiamo e miglioriamo l’assistenza sanitaria». Con riferimento all’avviso n. 5/2012 “Percorsi formativi per il conseguimento della qualifica di Operatore Socio Sanitario (O.S.S.)”, cofinanziato dal POR FSE 2007/2013 con una dotazione complessiva di ¤ 8.000.000, la Regione Puglia intende finanziare percorsi formativi finalizzati al conseguimento della qualifica di “Operatore Socio Sanitario”, della durata di 1.000 ore, rivolti a lavoratori inoccupati e disoccupati e percettori di CIG in deroga a zero ore e di mobilità in deroga. In esito a tale avviso, dei n. 294 progetti valutati e risultati idonei, n. 41 progetti hanno trovato capienza nelle risorse disponibili pari a ¤ 7.909.186,00,e vengono, quindi, finanziati. La graduatoria è stata approvata con D.D. n. 862 del 11/11/2013 pubblicata sul B.U.R.P del 14/11/2013.




 Data: 17/02/2014

Attivo il nuovo servizio "informaFSE"
È attivo il nuovo servizio “informaFSE”, uno sportello pensato per fornire una prima informazione al pubblico sulle attività cofinanziate dal Fondo Sociale Europeo. Lo sportello prevede un servizio di risposta mail all’indirizzo info.formazionelavoro@regione.puglia.it e un supporto telefonico ai numeri 0805405443 e 0805405441, disponibile dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00. Il servizio di supporto telefonico del Servizio Politiche per il Lavoro dedicato alla Mobilità in Deroga è tuttora attivo e risponde del numero 080 5405485.




 Data: 06/06/2014

Approvate le graduatorie dell'Avviso 04/2013 "Piani Formativi Aziendali"
Con Determina Dirigenziale del Servizio Formazione Professionale n. 507 del 4 giugno 2014, sono state approvate le graduatorie relative all'Avviso 04/2013 "Piani Formativi Aziendali". A seguito della conclusione della procedura telematica sono pervenute n. 144 istanze, di cui n. 143 dichiarate RICEVIBILI e n. 1 dichiarata IRRICEVIBILE come riportato nell’Allegato A. A seguito della procedura di valutazione di ammissibilità n. 12 soggetti attuatori non sono stati ammessi alla valutazione di merito per le motivazioni riportate nell’Allegato B. A seguito della procedura di valutazione di merito dei n. 131 piani formativi risulta quanto segue: - n. 71 piani sono risultati idonei e quindi ammessi a finanziamento, avendo conseguito un punteggio uguale o superiore al valore di soglia di 490 punti, come riportato nell’Allegato C; - n. 38 piani sono risultati non ammessi a finanziamento avendo riportato un punteggio inferiore al valore di soglia, come riportato nell’Allegato C; - n. 22 piani risultano esclusi dalla valutazione di merito per mancanza dei prerequisiti, come riportato nell’Allegato C. La Determina e i rispettivi allegati sono pubblicati su questo sito, nella sezione Determinazioni dell'Asse I.




 Data: 14/01/2014

Pronti gli incentivi all’esodo degli operatori della formazione
Con un semplice sistema di incentivi, che prevede un’indennità mensile, la Regione Puglia favorisce il pensionamento anticipato degli operatori della formazione presso gli enti accreditati. Con la delibera di giunta “iniziativa di incentivazione all’esodo degli operatori della formazione professionale”, pubblicata sul BURP n. 4 del 14/01/2014, i dipendenti degli enti di formazione accreditati - che maturino i requisiti per il diritto alla pensione di vecchiaia entro i prossimi 7 anni - potranno avere accesso ad una indennità lorda mensile di ¤ 1.230,00 per ciascuna delle mensilità mancanti alla pensione fino ad un massimo di 84 mensilità. Per gli incentivi all’esodo le risorse impegnate sul bilancio regionale totale sono pari ad 1.100.000,00 ¤. Le domande dovranno pervenire al Servizio Formazione Professionale entro e non oltre il 30 Gennaio 2014, la graduatoria terrà conto del numero di anni mancanti al pensionamento e della maggiore età anagrafica.




 Data: 23/12/2013

ULTIMISSIME DIRITTI A SCUOLA!
Al fine di consentire l’avvio delle attività funzionali relative ai progetti di “Diritti a Scuola”, gli istituti scolastici possono, nelle more della pubblicazione del documento ufficiale sul Portale Sistema Puglia, sottoscrivere ed inviare l’Atto Unilaterale d’Obbligo, inserito come Allegato 4 all’interno dell’Avviso Pubblico n. 3/2013. Pertanto, i legali rappresentanti degli Istituti Scolastici possono scaricare il suddetto allegato, firmarlo digitalmente ed inviarlo via PEC all’indirizzo: formazione.dirittiascuola2013@pec.rupar.puglia.it .




 Data: 26/05/2014

Riqualificazione OSS: modifiche all'Avviso 01/2014
A seguito di ulteriori approfondimenti con il Servizio Programmazione Assistenza Ospedaliera e Specialistica è emersa l’esigenza di prorogare ulteriormente la procedura sulla piattaforma telematica relativamente a: PARAGRAFO B 1) aziende presso cui sono in servizio i lavoratori interessati alla riqualificazione: le domande dovranno essere trasferite sulla piattaforma telematica a partire dalle ore 14:00 del 20/05/2014 e fino alle 14:00 del 20/06/2014; 2) ASL che dovranno trasferire le domande ricevute sulla piattaforma telematica Servizi R_OSS - Aziende nella pagina Riqualificazione OSS del portale Sistema Puglia; la stessa sarà attiva a partire dalle ore 14:00 del 20/05/2014 e fino alle 14:00 del 16/07/2014. 3) Per quanto attiene la Linea di azione n. 1 (Modalità e termini per la presentazione delle domande) il comma 1) viene così modificato: “Il personale ausiliario che alla data di pubblicazione del presente avviso risulta in servizio secondo quanto specificato ai punti precedenti, deve presentare alla Azienda e/o Ente presso cui il lavoratore interessato dal percorso formativo è assunto, apposita istanza di partecipazione al percorso formativo di riqualificazione in Operatore Socio Sanitario, in carta semplice, secondo lo schema allegato al presente avviso (DOMANDA DI AMMISSIONE), unitamente al proprio curriculum formativo professionale e alla copia di un documento di identità in corso di validità, entro il termine perentorio di 30 giorni a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.” Contestualmente si provvede a modificare il PARAGRAFO C) Azioni finanziabili e soggetti attuatori aggiungendo il seguente capoverso: PER IL PRESENTE AVVISO NON E’ POSSIBILE PRESENTARE PROPOSTE PROGETTUALI DA REALIZZARE IN SEDI SEDI TEMPORANEE NON ACCREDITATE, in considerazione dei tempi ristretti per tutte le fasi relative alla valutazione, assegnazione, avvio e gestione attività formative, conclusione, rispetto ai tempi previsti per la chiusura della programmazione 2007/2013.




 Data: 28/04/2014

Ritorno al Futuro: ecco l’ultimo scorrimento della graduatoria
Pubblicato l’ultimo scorrimento della graduatoria di Ritorno al Futuro 2013, il progetto di alta formazione attraverso cui Regione Puglia finanzia le borse di studio per la frequenza di master post-lauream. La nuova graduatoria risolve le ultime posizioni sospese e recepisce le rinunce di alcuni dei ragazzi già vincitori. Acquisiscono quindi il diritto alla borsa altri 127 giovani, che potranno perfezionare la propria formazione in Italia o all’estero. Con la quinta edizione di Ritorno al Futuro sono stati finanziati ben 1352 studenti, per un impegno di risorse pari a quasi 19 milioni di euro. La graduatoria, adottata con DD n. 342 del 24/04/14 e di prossima pubblicazione sul BURP, insieme alla relativa modulistica è già disponibile sul web all’indirizzo www.sistema.puglia.it e www.fse.regione.puglia.it nelle relative sezioni di Ritorno al Futuro. L’Amministrazione invita i nuovi vincitori a comunicare, entro e non oltre il 12.05.2014, le proprie intenzioni circa l’accettazione o rinuncia della borsa, esclusivamente mediante l’invio dell’apposito modulo (disponibile sui già citati siti web) tramite PEC all’indirizzo servizio.formazioneprofessionale@pec.rupar.puglia.it. In assenza di tale invio, l’Amministrazione riterrà il vincitore automaticamente decaduto dal beneficio.




 Data: 03/07/2014

Diritti a Scuola: PRECISAZIONE SU CREDITO ART. 1 D.L. 66/14
In ordine al credito di cui all’art.1 D.L.66/2014 , ovvero gli 80 euro mensili, si precisa che, in base alla normativa vigente, il bonus di 80 euro non è considerato reddito, non è tassato né a livello fiscale né a livello contributivo e, comunque, viene sottratto dalle ritenute Irpef che il collaboratore paga mensilmente. Ciò è confermato dalla compilazione del f24EP che la scuola dovrà emettere nel mese successivo, in cui la scuola dovrà pagare meno Irpef. Di conseguenza, ai fini del contratto di co.co.co. instauratosi all’interno del Progetto Diritti a Scuola, il bonus di 80 euro non incrementa minimamente il compenso previsto. Logicamente, tale bonus dovrà essere indicato mediante una distinta voce. Ai fini, poi, della rendicontazione presso gli uffici regionali della formazione professionale, si consiglia agli istituti scolastici di indicare, separatamente, l’importo dei compensi come da progetto approvato e il bonus di 80 euro, in modo tale da dare evidenza pratica a tale meccanismo.




 Data: 14/11/2013

Sasso: "su Vision 2000 una vittoria della collettività"
Il Consiglio di Stato ha riformato la sentenza del TAR Puglia – Bari, in forza della quale la Regione Puglia avrebbe dovuto riconoscere ai corsisti di Vision la fruizione di borse di studio. «Siamo ad un punto definitivo di un’annosa questione: la sentenza del Consiglio di Stato è una vittoria della collettività - ha detto Alba Sasso, assessore al Diritto allo studio e formazione – È la vittoria dei giovani laureati pugliesi, delle ragazze e dei ragazzi della nostra regione che hanno creduto e credono nello strumento di Ritorno al Futuro. Abbiamo impedito la sottrazione di 12 milioni di euro dal patrimonio formativo dei nostri giovani. Un grazie particolare a chi ha creduto in questa vittoria, all’ex assessore alla Formazione Marco Barbieri che ha avuto un ruolo rilevante nel contenzioso, all’Autorità di gestione FSE, agli uffici legali e amministrativi che hanno lottato per il raggiungimento di questo risultato. Continueremo a vigilare su eventuali segnalazioni di irregolarità, dobbiamo tutelare i nostri ragazzi ed evitare che venga loro rubato un diritto fondamentale, come quello al futuro, che la Regione Puglia cerca di garantire a chi non ha questa opportunità». Secondo la Regione Puglia, l’istituto di formazione avanzata “Vision 2000” non era “in possesso di esperienza documentabile almeno triennale in attività di formazione post lauream”, requisito richiesto dall’Avviso n.1/2008 intitolato “Ritorno al Futuro”. La sentenza del Consiglio di Stato chiude una lunga e complessa pagina di giustizia amministrativa, conclusasi a favore della Regione Puglia.




 Data: 28/11/2013

DIRITTI A SCUOLA: PROROGATI I TERMINI DELLA SCADENZA
La scadenza dell’Avviso 3/2013 “Diritti a Scuola 2013”, prevista per le ore 14.00 del 29 novembre 2013, è prorogata alle ore 20.00 di lunedì 2 dicembre 2013. La decisione è stata adotta con Determinazione Dirigenziale n. 1266 del 28/11/13 del Servizio Formazione Professionale.




 Data: 16/02/2013

Regione Puglia: pubblicato il nuovo Avviso Microcredito
Pubblicato il secondo Avviso Microcredito della Regione Puglia, lo strumento che concede un prestito alle microimprese pugliesi non bancabili. Tra le novità principali l’incremento della dotazione del Fondo da 30 a 42 milioni di euro, l’estensione dei settori ammissibili e la possibilità di richiedere il finanziamento anche per le imprese costituite da più 5 anni. «La Regione Puglia continua ad ascoltare le esigenze ed i bisogni delle microimprese pugliesi, tanto da intervenire e rimodulare le misure di sostegno allo sviluppo e di adeguarle a quelle che sono le reali esigenze - ha detto l’assessore al Lavoro Leo Caroli - Il rapporto fiduciario che stiamo creando tra impresa e amministrazione ha bisogno di essere continuamente alimentato da chi si sente nella condizione di esprimere il proprio bisogno e da chi ne recepisce le istanze adeguando le norme. Nel merito – ha concluso Caroli – la misura ha avuto successo, riconosciamo che non si può limitare l’accesso al credito solo alle imprese più giovani o a determinati settori. Per queste ragioni estendiamo l’ammissibilità al Microcredito a tutte le aziende senza vincoli temporali e ad altri settori come i servizi di alloggio e ristorazione e i servizi di trasporto e magazzinaggio». Il Microcredito d’Impresa è un prestito che la Regione Puglia concede alle microimprese pugliesi già esistenti che non riescono ad ottenere un finanziamento dal sistema bancario per realizzare nuovi investimenti. L’impresa che ottiene un finanziamento accede ad un mutuo per un importo da 5.000 a 25.000 euro della durata massima di 60 mesi ad un tasso di interesse fisso, pari al 70% del tasso di riferimento UE (al 1 novembre 2013 il mutuo sarebbe concesso al tasso dello 0,39%). Al nuovo bando Microcredito, pubblicato sul BURP numero 152 del 21/11/13, possono partecipare e presentare domanda di finanziamento anche le microimprese costituite da più di cinque anni. Le novità riguardano altresì i settori ammissibili: oltre a quelli già previsti dal vecchio Avviso, possono presentare richiesta di prestito le microimprese che offrono servizi turistici di alloggio (B&B in forma imprenditoriale, affittacamere, ecc.), quelle di ristorazione (bar, gelaterie, pasticcerie, pub, ristoranti, ecc.) e quelle che offrono servizi di trasporto e magazzinaggio. Per il Microcredito sono stati stanziati ulteriori 12 milioni di euro portando la dotazione complessiva a 42 milioni di euro. Sono state, inoltre, maggiormente specificate le caratteristiche del garante morale. Invariato il meccanismo di accesso. Connettendosi al sito www.sistema.puglia.it/microcredito è possibile compilare e inviare on line la domanda preliminare. Puglia Sviluppo verificherà i requisiti, se questi ci sono, convoca l’azienda per un colloquio. Segue l’istruttoria: se la domanda è finanziabile, viene data la relativa concessione. A 5 mesi dall’attivazione dell’avviso Microcredito, sono state presentate 278 richieste di prestito per un totale di oltre 6 milioni di euro e un finanziamento medio per domanda di 22.100 euro circa. L’intervento è cofinanziato con risorse derivanti dal Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo per il periodo 2007-2013 (Asse II “Occupabilità”) ed è parte del Piano Straordinario per il Lavoro. Ulteriori informazioni disponibili sul sito www.sistema.puglia.it/microcredito .




 Data: 06/12/2013

Prorogata l’apertura dello sportello di Ritorno al Futuro!
Continua ad essere attivo lo sportello di Ritorno al Futuro rivolto ai vincitori della borsa di studio. Lo sportello raccoglie le istanze di finanziamento e fornisce assistenza alla compilazione della relativa documentazione. Per andare incontro alle esigenze dei giovani vincitori e per aiutare i ragazzi a sostenersi economicamente, l’Amministrazione Regionale si impegna ad erogare, entro il corrente anno, le somme dovute a coloro che presenteranno le istanze di liquidazione non oltre il 10 dicembre 2013. È da intendersi che le richieste di finanziamento devono pervenire allo sportello entro le 13.00 di martedì 10/12/13, non farà quindi fede il timbro postale. Lo sportello "Ritorno al futuro", sito presso gli uffici della Regione Puglia, al piano terra di via Luigi Corigliano n. 1 a Bari, è aperto dalle ore 10.00 alle ore 13.00.




 Data: 09/04/2014

TIROCINI EXTRACURRICULARI: APPROVATO LO SCHEMA DI CONVENZIONE E IL FORMAT DEL PFI
Con D.D. n 291 del 09/04/2014 del Servizio Formazione Professionale sono stati approvati lo schema di convenzione e il format del progetto formativo individuale per l’attivazione dei tirocini extracurriculari disciplinati dal Regolamento Regionale n. 3 del 10/03/14. La Determina, lo schema di convenzione e il format del progetto formativo individuale sono disponibili su questo sito, nella sezione “Atti e Normative Regionali” poi “Determinazioni”.




 Data: 10/04/2014

Attivi i COF di Manfredonia e San Severo
«Attuare servizi a favore delle figure particolarmente svantaggiate del mercato del lavoro è un obbligo al quale non possiamo sottrarci. Tra le figure maggiormente svantaggiate indubbiamente vi sono le donne. Per queste ragioni noi abbiamo il dovere di sperimentare servizi sempre più vicini alle esigenze reali del mercato del lavoro, in particolare alla figura femminile, attraverso un censimento delle persone interessate e la definizione di programmi di accompagnamento, di formazione e di informazione e altre forme di sperimentazione per giungere al possibile inserimento lavorativo» ha dichiarato Leo Caroli, assessore al Lavoro, durante la manifestazione di avvio del progetto “Incontriamoci”, che prevede l’implementazione dei Centri per Occupabilità Femminile (COF) presso i Centri per l’Impiego di Manfredonia e San Severo. «Molte donne - ha continuato Caroli - non si iscrivono nemmeno ai Centri per l’Impiego e non manifestano la propria intenzione a ricercare un’attività lavorativa, questo perché spesso costrette da retaggi culturali all’esclusivo lavoro di cura e perché, sempre a causa di questi retaggi, l’occupazione femminile è sempre più frequentemente collegata all’occupazione più che precaria, sovente a nero. Ma questa - ha concluso l’assessore - è anche l’occasione, dopo la sperimentazione a Manfredonia e San Severo, di verificare come i servizi per l’impiego in Puglia, in particolare nella provincia di Foggia, rispondano alle esigenze dei cittadini, degli iscritti, delle donne, dei disoccupati e degli inoccupati e, naturalmente, delle aziende». I Centri per l’Occupabilità Femminile (COF), avviati in via sperimentale presso i CPI del territorio pugliese, si presentano come spazi fisici di ascolto e rete attiva per il fronteggiamento delle discriminazioni a carico delle donne, e si pongono l’obiettivo di sviluppare politiche attive che consentano a queste l’accesso e la permanenza nel mercato del lavoro, contribuendo a migliorare i livelli di protezione delle lavoratrici e a rafforzare la parità di genere attraverso azioni di informazione, orientamento, di tutoring ed accompagnamento al lavoro. L’iniziativa è finanziata con risorse del PO Puglia FSE 2007-2013 Asse VII “Capacità Istituzionale”.




 Data: 25/03/2014

Al via “BEFORE… le idee della scuola che cambia”. Una “due giorni” per confrontarsi sulla scuola del futuro
Avrà luogo giovedì 27 e venerdì 28 marzo, dalle ore 9.00 alle ore 20.30, presso il “The Hub/Cineporto” della Fiera del Levante di Bari, la manifestazione “BEFORE… le idee della scuola che cambia”: una due giorni (a ingresso gratuito) aperta a scuole, ragazzi e famiglie. Un fitto calendario di workshop, incontri, spettacoli, gare letterarie, narrazioni e musica, che intende raccogliere e coordinare l’esigenza delle scuole pugliesi, ma anche di famiglie e cittadini, di confrontarsi su saperi considerati strategici per il futuro. Ad aprire i lavori, alle ore 9.15 del giovedì 27 marzo, saranno Alba Sasso, assessore al Diritto allo Studio e alla Formazione, Ugo Patroni Griffi, Presidente della Fiera del Levante, e Franco Inglese, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia. “BEFORE” è organizzata dalla rete delle “Scuole del Leggere” e “Che Scuola Fa” unitamente all’Assessorato al Diritto allo Studio della Regione Puglia e all’USR Puglia, in collaborazione con L’Associazione “La Maria del porto” e “I Presidi del Libro”. Il programma completo e informazioni su: http://www.europapuglia.it/eduwebtv/programma/




 Data: 26/05/2014

Al seminario EQF un clima “europeo”
Si è respirato un clima europeo nella giornata del 23 maggio dedicata al Seminario “Le strategie di attuazione del quadro europeo della Qualificazione ( EQF) nel sistema nazionale di certificazione” tenutosi presso il Cineporto di Bari. Un momento intenso di informazione e formazione circa il Quadro Europeo delle Qualifiche, a partire dalle raccomandazioni europee sino alle strategie di attuazione nazionali e regionali. Una grande partecipazione da parte degli operatori regionali del sistema di formazione-istruzione-lavoro che, in loro rappresentanza, hanno inviato le giovani leve, in prima linea sui temi più attuali. Il bilancio dell’incontro è dunque positivo, al punto da poter affermare che il territorio è fortemente interessato al cambiamento, attento alle innovazioni e all’accelerazione che è stata impressa dalla Regione Puglia con l’approvazione del Repertorio delle Figure Professionali nel Dicembre 2013. L’introduzione del Repertorio, quale riferimento per la progettazione/valutazione/certificazione per competenze, produce alcune rilevanti modifiche nelle prassi adottate dalla Regione, dalle Province e dagli Organismi di formazione che operano nel sistema della Formazione Professionale regionale. Tale cambiamento, se condiviso, permette di sviluppare un linguaggio condiviso, quello delle competenze, appunto, sempre più vicino al sistema produttivo locale permettendo il collegamento tra il fabbisogno formativo del territorio e la programmazione delle politiche attive. A breve, su questo portale, saranno pubblicate le slides illustrate dai relatori durante il seminario.




 Data: 19/05/2014

Il Quadro Europeo delle Qualificazioni (EQF): le strategie di attuazione
Avrà luogo venerdì 23 maggio, presso il Cineporto della Fiera del Levante di Bari, il seminario “Le strategie di attuazione del Quadro Europeo delle Qualificazioni (EQF) nella costruzione del sistema nazionale di certificazione”, alla presenza dell’Assessore alla Formazione e al Diritto allo Studio della Regione Puglia e di esperti e tecnici del settore. Obiettivo del seminario, che inizierà alle 9.30 e terminerà alle 13.00, è evidenziare l’importanza per l’Italia di adeguarsi rapidamente al quadro europeo delle qualifiche, al fine di dotare i propri cittadini di una qualificazione che permetta loro di lavorare in qualsiasi altro paese dell’Unione Europea e di illustrare il percorso intrapreso dalla Regione Puglia in tal senso. Il Quadro europeo delle qualifiche(EQF) è un sistema che permette di confrontare le qualifiche professionali dei cittadini dei paesi europei basandosi sui risultati dell’apprendimento, vale a dire quello che una persona ha imparato, ha capito, ed è capace di fare alla fine di un percorso di formazione, in contrapposizione al “tradizionale” sistema basato su contenuti, programma e durata di un corso formativo. L’EQF è fondato sulla convinzione che l’unico modo per allineare la diversità, e permettere ai sistemi di istruzione e formazione di dialogare tra loro, sia quello di adottare un approccio basato sui risultati di apprendimento della persona. E’ uno strumento atto a “tradurre” le qualifiche europee attraverso i risultati dell’apprendimento (learning outcomes), valutati e certificati dagli enti competenti. Il programma del seminario è disponibile su questo sito, nella sezione "Sistema Regionale delle Competenze".




 Data: 07/05/2014

LEZIONI DI FUTURO, PER LA “FESTA DELL’EUROPA” A TRANI
Venerdì 9 Maggio, a Trani, la “Festa dell’Europa”. Sarà l’assessore regionale al Diritto allo Studio e alla Formazione - che ha attivamente sostenuto l’intera iniziativa – a concludere l’ultima tappa dei “Dialoghi prima dei Dialoghi”, la grande manifestazione che, da Novembre ad oggi, ha coinvolto oltre 20 scuole e 15mila studenti pugliesi attraverso 140 eventi culturali ed esperienze formative. Per la “Festa dell’Europa”, dalle 9.30 alle 18.30 presso il Castello Svevo, sono in programma performance, workshop, esperienze scientifiche e tre “lezioni di futuro” con il regista Edoardo Winspeare, il giornalista Miguel Mora (corrispondente da Parigi di El Pais), la blogger Claire Ulrich (Global Voices, Francia). La “Festa dell’Europa” è l’occasione per il passaggio di testimone simbolico tra la rete “Scuole del leggere” (che ha organizzato e conclude la manifestazione “Dialoghi prima dei Dialoghi”) e l’Associazione “La Maria del Porto”, per la prossima edizione dei famosi “I Dialoghi di Trani” a Settembre. Protagonisti attivi della manifestazione sono soprattutto i ragazzi, attivati e coinvolti nel dibattito sull’epocale trasformazione dei processi comunicativi e produttivi. Gli stili di vita, i comportamenti e i valori per uscire dalla crisi, la green economy e i new media, i processi di consolidamento dell’ “Edificio Europa” sono i temi della manifestazione, sullo sfondo di un quadro di promozione e pubblicizzazione dei progetti europei (PON Scuola / Erasmus Plus). Con l’evento di Trani si conclude la prima edizione di “Dialoghi prima dei Dialoghi”, non a caso intitolata “BEFORE…”, un’iniziativa dedicata alla scuola del futuro, i cui protagonisti sono stati quanti stanno cambiando il modo di “essere scuola”, per farla uscire dagli spazi esclusivi delle aule, perché “dialoghi” con il mondo della ricerca, della cultura e del lavoro. L’iniziativa è promossa dalla rete “Scuole del Leggere”, in collaborazione con l’Assessorato al Diritto allo Studio della Regione Puglia, l’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, la rete “Che Scuola Fa”, l’Associazione “La Maria del Porto”, l’Associazione “Presidi del Libro”, il Comune di Trani, la Sovrintendenza del Castello Svevo di Trani.




 Data: 04/04/2014

Diritti a scuola: rimodulazione delle percentuali di erogazione del primo acconto
Si anticipa il contenuto della Determina Dirigenziale n.239 del 01/04/2014, che verrà pubblicata sul B.U.R.P. di giovedì 10 aprile 2014 e attraverso cui l'Amministrazione Regionale, vista l'impossibilità di utilizzare le risorse liberate a causa dei vincoli del Patto di Stabilità interno, con il suddetto atto, ha provveduto a rimodulare le percentuali di erogazione del primo acconto al fine di garantire il pagamento degli stipendi del personale impegnato nelle attività di "Diritti a Scuola". La Determina è disponibile su questo sito nella sezione "Diritti a Scuola".




 Data: 15/07/2014

Riqualificazione OSS: ulteriore proroga dei termini per le aziende
Con D.D. n. 644 del 15/07/2014 avente ad oggetto: “P.O. PUGLIA - F.S.E. 2007/2013 - Asse I – Adattabilità - Avviso n. 1/2014 – “Riqualificazione O.S.S. (Operatori Socio Sanitari)” - Ulteriore differimento termini per trasferimento domande sulla piattaforma telematica per ASL” - pubblicata sul BURP n.62/2014, si è provveduto a differire, per le ASL, il termine entro cui le domande dovranno essere trasferite sulla piattaforma telematica, e precisamente entro le ore 14,00 del 30/07/2014.




 Data: 09/09/2014

Vidimazione registri: attiva anche la sede di Ugento
Su indicazione della Dirigente del Servizio Autorità di Gestione PO Puglia FSE 2007-2013, da questa settimana è possibile vidimare i registri dei corsi di formazione anche presso la sede di Ugento. Con l’attivazione della vidimazione in sede di Ugento si vuole andare incontro alle esigenze dei soggetti operanti nella vasta area del Salento, sinora costretti a recarsi a Lecce per usufruire del servizio. E’ possibile vidimare i registri presso gli uffici della nuova sede di Ugento e nelle già note sedi di Lecce, Bari, Brindisi, Foggia e Taranto ogni martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.30.




 Data: 02/10/2014

Protocollo Formazione Professionale: stop alla consegna a mano
Si informano cittadini ed utenti che la Dirigente del Servizio Formazione Professionale, al fine di garantire la correttezza e la trasparenza dell’azione amministrativa, ha disposto che non sia più consentita l’acquisizione al protocollo del Servizio Formazione Professionale di documenti e materiali cartacei consegnati a mano. È concessa deroga alla disposizione suddetta solo ed unicamente nel caso in cui vi sia autorizzazione espressa dalla Dirigente del Servizio Formazione Professionale.




 Data: 30/07/2014

Approvati i criteri per lo svolgimento della selezione per i corsi di Operatore Socio Sanitario
Considerato il gran numero di utenti, di cui si prevede l'iscrizione ai percorsi formativi per il conseguimento della qualifica di Operatore Socio Sanitario (Avviso 05/2012), la Regione Puglia - con Determinazione del Dirigente del Servizio Politiche per il Lavoro n. 425 del 15 luglio 2014 - ha approvato i criteri per lo svolgimento della selezione degli utenti che vogliano iscriversi ai corsi. La necessità di dettare precisi criteri per la corretta selezione degli utenti è necessaria al fine di garantire la massima trasparenza delle procedure di selezione. La Determina è disponibile su questo, nella pagina dedicata all'Asse II "Occupabilità", alla voce "Determinazioni".




 Data: 28/10/2014

Caroli: “Al via il tour informativo del Microcredito d’Impresa”
È già attivo il Tour Microcredito di Regione Puglia, l’itinerario di incontri e workshop di presentazione dell’Avviso Microcredito d’Impresa, lo strumento offerto dalla Regione Puglia che concede un prestito a tasso zero, in tempi rapidi e senza bisogno di garanzie, alle microimprese pugliesi che non riescono ad ottenere un finanziamento dalle banche. “La settimana scorsa siamo stati a Casarano, domani saremo a Galatina e dopodomani a Canosa di Puglia, per poi proseguire per tutte le province pugliesi – ha detto l’assessore al Lavoro Leo Caroli – Vogliamo incontrare direttamente i microimprenditori e i professionisti pugliesi potenzialmente interessati alla misura, illustrando, attraverso questi workshop, le caratteristiche del bando, le attività finanziabili e il funzionamento del finanziamento. A fine settembre abbiamo presentato il nuovo bando, che permette anche ai professionisti e ai consulenti, di presentare istanza di finanziamento: dal 25 settembre ad oggi abbiamo già ricevuto centinaia di domande e altrettante sono “in compilazione”. Il tour informativo – ha concluso Caroli – contribuirà in modo determinante a far conoscere questa importantissima misura anticrisi a quella platea di piccolissime imprese, di ditte individuali, di artigiani, di professionisti e a tutti quei soggetti cui l’Avviso Microcredito è rivolto, che rappresentano il tessuto produttivo più diffuso e articolato del nostro sistema economico e che sono esclusi da qualunque misura di sostegno e ammortizzazione sociale”. Durante gli undici appuntamenti del Tour Microcredito, gli esperti di Puglia Sviluppo, società in house di Regione Puglia, informeranno i presenti delle caratteristiche del bando e delle modalità di presentazione della domanda. Al primo appuntamento, tenutosi la scorsa settimana a Casarano, seguiranno gli incontri di domani a Galatina e di dopodomani a Canosa. Il 5 novembre toccherà a San Severo, il 6 a Manfredonia. Il 12 e il 13 novembre sarà la volta rispettivamente di Bitonto e di Acquaviva delle Fonti, il 19 e il 20 di Fasano e Mesagne, per poi concludersi a Martina Franca il 26 e a Manduria il 27 novembre. Il Microcredito d’Impresa è un prestito a tasso zero, concesso in circa 60 giorni e senza bisogno di garanzie finanziarie, che la Regione Puglia concede alle microimprese pugliesi già esistenti, che non riescono ad ottenere un finanziamento dal sistema bancario, per realizzare nuovi investimenti. La misura è già attiva e non ci sono termini di scadenza per la presentazione delle domande. L’impresa che ottiene un finanziamento accede ad un mutuo per un importo da 5.000 a 25.000 euro della durata massima di 60 mesi ad un tasso di interesse fisso, pari al 70% del tasso di riferimento UE (nel 2014 il tasso è stato 0,37%). Attraverso il nuovo bando Microcredito, pubblicato sul BURP numero 134 del 25/09/14, possono partecipare e presentare domanda di finanziamento anche i singoli professionisti e consulenti come, ad esempio, medici, ingegneri, architetti, avvocati, giornalisti ecc. Il fondo Microcredito finanzia tutte le microimprese pugliesi che abbiano emesso la prima fattura almeno 6 mesi prima della domanda preliminare, che abbiano meno di 10 addetti e che non operino nei settori della pesca, dell’agricoltura, della zootecnia, delle attività finanziarie, assicurative ed immobiliari, del noleggio e del leasing, delle lotterie e scommesse, delle organizzazioni associative e del commercio. Tutte le altre microimprese operanti in altri settori possono, invece, richiedere il prestito. Ulteriori informazioni disponibili sul sito http://www.microcredito.regione.puglia.it/ e www.sistema.puglia.it/microcredito .




 Data: 31/10/2014

P.O. FSE Puglia 2007/2013: avanzamento della spesa ad ottobre 2014
Il 31 ottobre 2014 sono state certificate alla Commissione Europea per il Programma Operativo FSE Puglia 2007/2013 spese pubbliche cumulate per ¤ 887.772.079,64, di cui ¤ 475.947.636,04 di quota comunitaria. Il target di spesa in quota FSE da raggiungere ad ottobre, pari ad ¤ 475.836.982,00 è stato quindi raggiunto e superato. L’avanzamento finanziario in termini di valore cumulato del Programma Operativo si attesta oggi su una percentuale di spesa pari a quasi il 70% circa del totale della dotazione complessiva (di ¤ 1.279.200.000,00), a fronte del 62% registrato a maggio 2014 e del 55% di dicembre 2013. La spesa aggiuntiva certificata rispetto a maggio 2014 è di circa 94 milioni di euro, mentre rispetto a dicembre 2013, l’incremento della spesa è di 188 milioni di euro circa (+21%).




 Data: 07/07/2014

Pubblicato il bando del progetto “DJ – Diversity on te Job”
Sono 246 i percorsi di orientamento, tirocinio e coaching dell’Avviso del progetto “DJ – Diversity on the job”, rivolti a soggetti svantaggiati e/o discriminati appartenenti alla comunità LGBT o alla comunità Rom, Sinti e Caminanti (RSC). Attraverso il progetto “DJ”, infatti, il Dipartimento Pari Opportunità – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR), vuole favorire l’inclusione socio lavorativa, nelle regioni dell’Obiettivo Convergenza (Puglia, Campania, Calabria e Sicilia), di quelle persone a forte rischio di discriminazione e marginalizzazione a causa del proprio orientamento sessuale o della propria comunità di appartenenza. All’Avviso possono quindi partecipare gli enti e le associazioni che abbiano come finalità prevalente la promozione dei diritti e della parità di trattamento delle persone e che siano soggetti privati abilitati all’attivazione di tirocini, ai sensi delle normative regionali di riferimento. È prevista un’indennità di frequenza per i tirocinanti corrisposta direttamente da ItaliaLavoro e un contributo per l’erogazione dei percorsi di politica attiva per i soggetti promotori. Le risorse previste per il finanziamento dei percorsi di inserimento lavorativo sono pari a ¤ 1.096.300,00 a valere sul PON “Governance e Azioni di Sistema” 2007-2013 - Ob. Convergenza. Ulteriori informazioni circa l’Avviso sono disponibili sul sito di ItaliaLavoro e sul sito del Dipartimento per le Pari Opportunità, rispettivamente all’indirizzo www.italialavoro.it e www.retepariopportunita.it .




 Data: 18/07/2014

Esami finali dei percorsi triennali di IeFP degli organismi di formazione: pubblicata la circolare e relativa integrazione
Il Sistema di Istruzione e Formazione Professionale è entrato a regime nell’anno 2011 come sistema di pari dignità rispetto a quello dell’Istruzione, facente parte a pieno titolo del secondo ciclo del sistema educativo italiano e caratterizzato da una propria tipologia di offerta di percorsi triennali e quadriennali riferiti a standard formativi minimi ed a Qualifiche e Diploma professionali. Oltre che agli organismi formativi accreditati dalle Regioni, l’offerta di IeFP può essere erogata, in regime di sussidiarietà, anche dagli Istituti Professionali di Stato nell’ambito della programmazione regionale dell’offerta e secondo le modalità definite dalle Linee Guida degli organici raccordi tra Istruzione Professionale e IeFP recepite con DM n. 4/2011. Con DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 4 marzo 2014, n. 379 sono state pubblicate le LINEE GUIDA PER LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI DI QUALIFICA PROFESSIONALE. Si provvede a pubblicare, per gli organismi di formazione attuatori dei percorsi triennali in esito all’Avviso OF/2010 (e precedenti), la circolare esplicativa ed integrazione: “Istruzioni e modalità organizzative per lo svolgimento degli esami di IeFP” Gli atti succitati sono disponibili su questo portale, nella pagina dell'Asse I alla voce Determinazioni.




 Data: 01/08/2014

Sasso e Caroli: prorogata la convenzione per i formatori dei CPI
«La convenzione esistente tra Regione Puglia, Province ed Enti di Formazione, relativa ai formatori in servizio presso i Centri per l’Impiego, è prorogata alla data del 31 ottobre 2014 – lo hanno detto Alba Sasso, assessore alla Formazione e al Diritto allo Studio e Leo Caroli, assessore al Lavoro – La proroga consentirà al tavolo tecnico di perfezionare il lavoro fin qui svolto dalle parti interessate» hanno concluso gli assessori.




 Data: 11/09/2014

Piani Formativi Aziendali 2014: Proroga dei termini
Con Determinazione Dirigenziale del Servizio Formazione Professionale n. 795 del 9 settembre 2014, il termine entro cui le domande per l'Avviso n. 2/2014 -"Piani Formativi Aziendali" dovranno essere presentate, originariamente fissato alle ore 14:00 del 16/09/2014, è prorogato alle ore 14.00 del 23/09/2014. Si approvano inoltre le Dichiarazioni sostitutive, così come rettificate e specificate dalla Determinazione.




 Data: 07/08/2014

Pubblicato il nuovo bando “Piani Formativi Aziendali” - Sasso: «La formazione continua migliora la competitività del sistema»
«Nonostante i dati macroeconomici ci consegnino la fotografia di un Paese profondamente in crisi – ha detto Alba Sasso, assessore alla Formazione e al Diritto allo Studio – noi proviamo a stimolare il sistema di impresa per renderlo maggiormente competitivo. Siamo convinti infatti che, attraverso l’adeguamento e lo sviluppo delle competenze e della professionalità dei dipendenti, le aziende possano migliorare le loro performance, puntando su innovazione e ricerca. E’ per questo che continuiamo a investire nella formazione continua, convinti di contribuire anche così allo sviluppo economico del sistema delle imprese pugliesi». A soli pochi mesi dall’ultimo Avviso, la Regione Puglia ha pubblicato oggi un nuovo bando “Piani Formativi Aziendali” per la Formazione Continua, lo strumento attraverso cui la Regione Puglia fornisce contributi finanziari alle imprese per sostenere lo sviluppo delle competenze e l’aggiornamento professionale delle lavoratrici e dei lavoratori pugliesi. Con l’Avviso 2/2014 “Piani Formativi Aziendali”, pubblicato sul BURP di oggi, la Regione Puglia fornisce contributi economici alle imprese pugliesi che presenteranno richiesta di finanziamento per i relativi piani formativi. L’importo complessivo delle risorse a bando è di ¤ 6.000.000,00, ma il contributo pubblico per ogni singolo piano formativo aziendale non può superare l’importo di ¤ 700.000,00. «Con questo nuovo bando – ha concluso l’assessore Sasso – rispondiamo alle richieste delle nostre aziende, che hanno voglia di migliorare e di migliorarsi. Negli ultimi 3 anni abbiamo investito 33 milioni di euro per le politiche di formazione continua». Con i 6 milioni di euro dell’Avviso 2/2014, in tre anni la Regione Puglia, per lo sviluppo di Piani formativi aziendali ha impegnato risorse per 33 milioni di euro: 9 milioni con l’avviso 4/2013, con l’Avviso 10/10 ha finanziato piani formativi per 10 milioni di euro, con l’Avviso 8/2011 3 milioni di euro a sostegno dei soggetti formatori e con gli Avvisi FC/12 e FC/13, rispettivamente 1 milione e 4 milioni di euro. Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 14.00 del 01/09/2014 e non oltre le ore 14.00 del 16 settembre 2014, attraverso la procedura on line messa a disposizione all’indirizzo www.sistema.puglia.it, nella sezione Formazione Professionale (link diretto www.sistema.puglia.it/pianiformativi2014 ). L’Avviso 2/2014 “Piani Formativi Aziendali” è cofinanziato con risorse derivanti dal Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo per il periodo 2007-2013 - Asse I “Adattabilità”.




 Data: 31/10/2014

Avviso Multimisura Garanzia Giovani: proroga dei termini
A seguito di alcune correzioni sulla piattaforma informatica, utili a rendere coerente la procedura telematica di candidatura con le indicazioni dell’Avviso, con Determinazione Dirigenziale del Servizio Autorità di Gestione PO FSE n. 430 del 31 ottobre 2014, sono prorogati i termini per la presentazione delle istanze alla ore 14.00 dell’11 novembre 2014. La procedura online sarà quindi disponibile fino alla suddetta data. La Determinazione Dirigenziale è disponibile su questo sito, nella sezione "Garanzia Giovani".




 Data: 15/07/2014

Garanzia Giovani: attivo il nuovo servizio di Richiedi Info
È attivo il nuovo servizio di informazioni e assistenza al programma Garanzia Giovani. Da oggi è infatti possibile ricevere informazioni e supporto semplicemente contattando il numero di telefono 080 5405443. Il servizio di supporto telefonico è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 13.00. È inoltre possibile inviare una richiesta scritta di assistenza ai referenti della Regione Puglia, utilizzando l’apposito form “Richiedi Info”, disponibile alla pagina www.sistema.puglia.it/garanziagiovani . In alternativa, è possibile ricevere informazioni sul funzionamento del Programma e sulle modalità di registrazione recandosi presso il Nodo della Rete più vicino. L’elenco dei Nodi della Rete abilitati come Punti di Accesso al Piano Garanzia Giovani è disponibile nella sezione “Punti di Accesso Abilitati” della pagina www.sistema.puglia.it/garanziagiovani .




 Data: 02/10/2014

Microcredito: pubblicato il nuovo Avviso, adesso anche per professionisti e consulenti
Pubblicato il terzo Avviso Microcredito della Regione Puglia, lo strumento che concede un prestito a tasso zero, in tempi rapidi e senza bisogno di garanzie, alle microimprese pugliesi che non riescono ad ottenere un finanziamento dalle banche. Importante novità del nuovo bando è la possibilità di richiedere il prestito anche per professionisti e consulenti. Il Microcredito d’Impresa è un prestito a tasso zero, concesso in circa 60 giorni e senza bisogno di garanzie finanziarie, che la Regione Puglia concede alle microimprese pugliesi già esistenti, che non riescono ad ottenere un finanziamento dal sistema bancario, per realizzare nuovi investimenti. La misura è già attiva e non ci sono termini di scadenza per la presentazione delle domande. L’impresa che ottiene un finanziamento accede ad un mutuo per un importo da 5.000 a 25.000 euro della durata massima di 60 mesi ad un tasso di interesse fisso, pari al 70% del tasso di riferimento UE (nel 2014 il tasso è stato 0,37%). Attraverso il nuovo bando Microcredito, pubblicato sul BURP numero 134 del 25/09/14, possono partecipare e presentare domanda di finanziamento anche i singoli professionisti e consulenti come, ad esempio, medici, ingegneri, architetti, avvocati, giornalisti ecc. Il fondo Microcredito finanzia tutte le microimprese pugliesi che abbiano emesso la prima fattura almeno 6 mesi prima della domanda preliminare, che abbiano meno di 10 addetti e che non operino nei settori della pesca, dell’agricoltura, della zootecnia, delle attività finanziarie, assicurative ed immobiliari, del noleggio e del leasing, delle lotterie e scommesse, delle organizzazioni associative e del commercio. Tutte le altre microimprese operanti in altri settori possono, invece, richiedere il prestito. Richiedere il finanziamento è semplicissimo: è sufficiente collegarsi al sito www.sistema.puglia.it/microcredito e compilare on line la domanda preliminare. Se la domanda viene considerata idonea, PugliaSviluppo contatta il richiedente per un colloquio. Segue l’istruttoria: se la domanda è finanziabile, il prestito viene concesso in circa 60 giorni. Ad oggi, sono state presentate 838 richieste di prestito per un totale di quasi 19 milioni di euro e un finanziamento medio per domanda di 22.500 euro circa. La dotazione totale dell’avviso è di 42 milioni di euro. L’intervento è cofinanziato con risorse derivanti dal Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo per il periodo 2007-2013 (Asse II “Occupabilità”) ed è parte del Piano Straordinario per il Lavoro. Ulteriori informazioni disponibili sul sito http://www.microcredito.regione.puglia.it/ e www.sistema.puglia.it/microcredito .




 Data: 08/10/2014

Future in Research: selezionate le 170 idee di ricerca
Conclusa la fase di valutazione per la selezione delle 170 idee progettuali di Future in Research, il bando attraverso cui Regione Puglia sostiene e orienta la ricerca pubblica in funzione della Smart Puglia 2020, la strategia di specializzazione intelligente che coniuga innovazione, formazione, sostenibilità e inclusione. Una ricerca ancorata alle realtà, in linea con le necessità del sistema economico e produttivo del territorio e, al contempo, funzionale alle strategie e agli orientamenti futuri di sviluppo regionale: con Future in Research la Regione Puglia ha definito dei fabbisogni su cui declinare l’attività dei dottori di ricerca vincitori del bando, ispirandosi ai cinque ambiti delle "Social Challenges". Tale fabbisogno, infatti, non solo corrisponde a traiettorie di sviluppo di specifico interesse per i servizi regionali, ma è costruito in coerenza con le 5 sfide sociali, indicate dalla Smart Specialisation Strategy della Puglia. Con Future in Research, la Regione ha selezionato 170 idee, su un totale di 937 proposte, che saranno oggetto della convenzione con le Università per l’attivazione dei concorsi. Il bando prevede, infatti, due fasi: la prima, appena conclusasi, di selezione delle idee progettuali proposte da dottori di ricerca sulla base dell’analisi dei fabbisogni regionali di innovazione, e la seconda, in capo alle Università, che attiveranno procedure concorsuali per l’assunzione di ricercatori con contratti a tempo determinato di tre anni. Future in Research, con una dotazione di 26 milioni di euro, è parte integrante della più ampia strategia di Regione Puglia a sostegno della Formazione per l’Innovazione: partendo dalla conoscenza dei fabbisogni di competenze innovative espresse dal sistema d’impresa e intuendo gli scenari di sviluppo del sistema economico del territorio, la Regione Puglia sostiene una serie di politiche formative funzionali a rafforzare quelle competenze richieste.




 Data: 21/11/2014

Garanzia Giovani Puglia: bando per la selezione di 554 volontari Servizio Civile Nazionale
Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, nell’ambito del programma Garanzia Giovani, ha pubblicato 11 bandi per la selezione di 5.504 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale in 11 regioni italiane, tra cui la Puglia. La Regione Puglia ha individuato il Servizio Civile Nazionale tra le azioni del Piano Garanzia Giovani Puglia, con una dotazione di 7 milioni di Euro. Questo consentirà l’attivazione di 122 progetti di Servizio Civile Nazionale in Puglia, per un totale di 554 volontari. I progetti avranno una durata complessiva di 12 mesi e prevedono almeno 30 ore settimanali di impegno articolati su 5 o 6 giornate. Ai volontari verrà corrisposta un’indennità mensile di 433,80 Euro, che verrà erogata dal Dipartimento per la Gioventù e il Servizio Civile Nazionale. Possono candidarsi tutti i giovani di età compresa tra 18 e 29 anni (non compiuti) al momento di presentazione della domanda, in possesso dei requisiti per la partecipazione a Garanzia Giovani, tra cui: • essere residenti in Italia; • essere disoccupati o inoccupati; • non essere inseriti in percorsi di istruzione o formazione. • essersi registrati sul portale nazionale Garanzia Giovani o sul portale Garanzia Giovani Puglia. L’elenco completo dei requisiti di partecipazione è riportato all’art. 3 del bando “requisiti e condizioni di ammissione”. Gli aspiranti volontari, dovranno far pervenire la domanda all'Ente presso cui intendono svolgere il servizio, entro le ore 14:00 del 15 dicembre 2014 secondo le modalità indicate nel bando. È possibile inoltrare istanza per un solo progetto, pena l'esclusione dalla selezione. L’elenco dei progetti, con l’indicazione del nome dell’ente, del titolo del progetto, della località e del sito internet dell’organizzazione è consultabile in allegato ad ogni bando regionale, oppure è consultabile on line sul sito del Servizio Civile Nazionale www.serviziocivile.gov.it. “Siamo convinti da sempre che, per un giovane, fare un’esperienza come volontario a servizio della comunità non sia solo un’occasione di crescita personale, ma consenta di maturare competenze utili nel mondo del lavoro” ha dichiarato l’assessore alle Politiche Giovanili e Legalità Guglielmo Minervini. “Per questo abbiamo scelto di inserire il Servizio Civile Nazionale tra le azioni da finanziare con Garanzia Giovani con uno stanziamento complessivo di 7 milioni di Euro. Iniziamo con questo primo bando, che riporta il numero di volontari a livelli accettabili dopo anni di contrazione delle risorse. Nello stesso tempo, con altri 5 milioni di Euro del programma Garanzia Giovani, stiamo per lanciare un bando sperimentale di Servizio Civile Regionale, fortemente innovativo, con progetti più brevi e che sarà aperto ad enti pubblici e privati”. Il bando SNC Garanzia Giovani Puglia è consultabile sul sito Servizio Civile Nazionale Puglia http://serviziocivile.regione.puglia.it Per scaricare i bandi delle 11 regioni e consultare l’elenco dei progetti, si rimanda al sito ufficiale del Servizio Civile Nazionale www.serviziocivile.gov.it.




 Data: 18/12/2014

Sasso: «Formazione Continua, pubblicate le graduatorie»
Pubblicate la graduatorie relative all’Avviso 02/2014 “Piani Formativi Aziendali” per la Formazione Continua, lo strumento attraverso cui la Regione Puglia fornisce contributi finanziari alle imprese per sostenere lo sviluppo delle competenze e l’aggiornamento professionale delle lavoratrici e dei lavoratori pugliesi. “Siamo da tempo impegnati nella Smart Specialisation Strategy, la SmartPuglia 2020, che ci impegna a rafforzare, in una prospettiva di filiera, le politiche dell’istruzione, della formazione, del lavoro, della ricerca e dell’innovazione – ha detto Alba Sasso, assessore alla Formazione e al Diritto allo Studio – È in questo contesto che si inseriscono i bandi per la formazione continua, che hanno l’obiettivo di migliorare e accrescere le competenze culturali e professionali dei dipendenti delle nostre aziende. Sapere e conoscenza sono condizioni affinché le nostre aziende possano rafforzarsi e competere anche nel mercato globale. Con la graduatoria di oggi – ha concluso l’assessore Sasso – sono stati selezionati e finanziati 59 piani formativi per 3731 lavoratrici e lavoratori beneficiari dei progetti”. Con l’approvazione delle graduatorie relative all’Avviso 2/2014 “Piani Formativi Aziendali”, pubblicate sul BURP di oggi, la Regione Puglia fornisce contributi economici alle imprese pugliesi che hanno presentato richiesta di finanziamento per i relativi piani formativi. L’importo complessivo delle risorse a bando è di ¤ 6.000.000,00, ma il contributo pubblico per ogni singolo piano formativo aziendale non può superare l’importo di ¤ 700.000,00. Con i 6 milioni di euro dell’Avviso 2/2014, in tre anni la Regione Puglia, per lo sviluppo di Piani formativi aziendali ha impegnato risorse per 33 milioni di euro: 9 milioni con l’avviso 4/2013, 10 milioni con l’Avviso 10/10, 3 milioni di euro con l’Avviso 8/2011 a sostegno dei soggetti formatori e 1 milione e 4 milioni di euro rispettivamente con gli Avvisi FC/12 e FC/13. L’Avviso 2/2014 “Piani Formativi Aziendali” è cofinanziato con risorse derivanti dal Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo per il periodo 2007-2013 - Asse I “Adattabilità”.




 Data: 09/01/2015

Garanzia Giovani, Catalogo Offerta Formativa: prorogati i termini
Con determinazione del Dirigente del Servizio Formazione Professionale n. 1 dell’8 gennaio 2015, sono stati prorogati i termini per la presentazione delle proposte formative a Catalogo da parte delle ATS valutate positivamente a seguito dell’istanza sull’Avviso Multimisura: il termine ultimo per la presentazione delle proposte è ora fissato alle ore 14.00 del giorno 29 gennaio 2015. La procedura sarà resa disponibile dalla data di pubblicazione della Determina sul BURP, alla pagina Avviso Multimisura (link diretto www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/bando-accrsoggprivati) - al link “Compila la tua domanda” della sezione “Presentazione Domande”. Sarà possibile inoltrare la proposta formativa solo in presenza di istanza sull’Avviso Multimisura valutata con esito positivo ed utilizzando le stesse credenziali di accesso al portale.




 Data: 14/01/2015

Garanzia Giovani: selezionate le ATS, pronti a partire con le proposte ai ragazzi
Le iscrizioni a Garanzia Giovani sono partite in Puglia il 1 maggio 2014. Dopo una necessaria e complessa fase di presa in carico da parte dei Centri per l’impiego (in cui la Regione Puglia ha registrato risultati estremamente lusinghieri, come si può riscontrare dai documenti di monitoraggio nazionali e regionali che rendono trasparente l’intero processo), stanno finalmente prendendo avvio le misure che prevedono una offerta ai giovani di formazione finalizzata all’assunzione, di ingresso nel mercato del lavoro, di rientro nei percorsi di formazione. Attraverso l’Avviso Multimisura la Regione Puglia ha selezionato le Associazioni Temporanee di Scopo, cioè i raggruppamenti di soggetti pubblici e privati quali, ad esempio, enti di formazione, agenzie per il lavoro, associazioni di categoria, scuole e università, che hanno l’obiettivo di prendere in carico i giovani beneficiari del programma al fine di attivare uno dei percorsi concordati con il relativo Centro per l’Impiego. Le ATS, infatti, sono state selezionate per realizzare alcune delle misure previste nel programma Garanzia Giovani di cui potranno beneficiare i ragazzi iscritti al programma, nello specifico l’orientamento specialistico, i corsi di formazione mirati all’inserimento professionale, i percorsi di accompagnamento al lavoro, i tirocini anche in mobilità geografica ed eventuali percorsi di mobilità professionale transnazionale e territoriale. A breve i Centri per l’Impiego comunicheranno ai giovani iscritti al programma, che hanno già stipulato il relativo Patto di Servizio, la lista delle ATS vincitrici con un breve descrizione delle principali attività svolte. Successivamente, il ragazzo potrà visualizzarle nel proprio spazio di lavoro on line e scegliere liberamente l’ATS che lo prenderà in carico e lo seguirà nel percorso concordato. Le ATS, nell’esercizio dell’erogazione dei servizi, opereranno in raccordo con i Centri per l’Impiego. Attraverso la scelta di una ATS, obbligata a prendere in carico tutti i giovani che la scelgono, la Regione Puglia ha introdotto uno strumento straordinariamente innovativo che darà al ragazzo l’opportunità di accedere, tramite una sola “porta”, ad un ventaglio di opportunità previste dal Programma. Di conseguenza, anche le aziende e le imprese che vorranno beneficiare di un tirocinante nell’ambito della Garanzia Giovani, potranno contattare una delle ATS selezionate, scegliendola dall’elenco delle ATS individuate con l’Avviso multimisura, oltre ai Centri per l’Impiego che rimangono titolati a promuovere i tirocini stessi. Si ricorda, infine, che al di fuori delle azioni attribuite alle ATS, è già attiva la misura 6 relativa al Servizio Civile Nazionale, nonché il Bonus occupazionale per le imprese che vogliano assumere un giovane iscritto al programma (sia pure con le cautele connesse alla riscrittura in corso dello strumento da parte del Ministero del Lavoro).




 Data: 13/02/2015

Diritti a Scuola: Prorogati i termini della scadenza
Con determinazione della Dirigente del Servizio Formazione Professionale n. 104 del 13 febbraio 2015, sono stati prorogati i termini per la presentazione delle proposte progettuali relativi all’Avviso n.1/2015 “DIRITTI A SCUOLA”. Il termine ultimo per la presentazione delle proposte è ora fissato alle ore 12.00 di martedì 17 febbraio 2015. Tale proroga si è resa necessaria per favorire più ampie candidature da parte degli Istituti scolastici interessati, come peraltro sollecitato dagli stessi con numerose richieste di ampliamento dei tempi per la presentazione dei progetti, ed anche per ragioni tecniche legate alla procedura esclusivamente online prescritta dall’avviso.




 Data: 11/12/2014

Riqualificazione OSS: pubblicate le graduatorie
Pubblicate, e già rettificate, le graduatorie finali relative all'Avviso 1/2014 – “Riqualificazione O.S.S. (Operatori Socio Sanitari)” avente l’obiettivo di promuovere la riqualificazione in O.S.S. prioritariamente al personale ausiliario già in servizio alle dirette dipendenze delle Aziende Sanitarie Locali, nelle Aziende Ospedaliere Universitarie e negli II.RR.CC.CC.SS. pubblici. Con atto dirigenziale n. 1103 del 28/11/2014, pubblicato sul BURP n. 166 del 04/12/2014, si approvavano le risultanze dell’istruttoria relativa alla Linea d’azione n.1 e le risultanze dell’istruttoria relativa alla Linea d’azione n.2 con la quale il Ser‐ vizio Formazione Professionale, per il tramite della piattaforma on line, ha proceduto alla valutazione delle proposte pervenute entro il termine di scadenza. Da un controllo relativo alle graduatorie di cui alla Linea d’azione n.2, a cura del Servizio Formazione Professionale, sono emersi errori di stampa nei punteggi assegnati ad alcuni progetti. Pertanto, con atto dirigenziale n. 1174 del 05/12/2014, pubblicato sul BURP n. 170 dell'11/12/14 si provvede a rettificare i punteggi errati e a ripubblicare l’Allegato “B” relativo alle n. 6 graduatorie suddivise tra le 6 Province redatte sulla base dei punteggi assegnati a ciascun progetto. La determina di approvazione delle graduatorie e relativa determina di rettifica sono disponibili su questo portale, sezione "Atti e Normative Regionali" alla voce "Determinazioni" o, più semplicemente, cercando il numero di determina nel campo ricerca interno alla piattaforma.




 Data: 05/02/2015

Al via la sesta edizione di Diritti a Scuola
Pronta la nuova edizione di “Diritti a Scuola”, il progetto della Regione Puglia che contrasta la dispersione scolastica e rafforza le competenze di base, migliorando il livello di istruzione delle ragazze e dei ragazzi pugliesi, privilegiando quelli più svantaggiati. Con Diritti a Scuola, giunto alla sua sesta edizione, e coerentemente con una delle priorità di investimento previste dai nuovi regolamenti comunitari, l’Amministrazione regionale intende promuovere e rafforzare ulteriormente il contrasto alla dispersione scolastica, l’innalzamento dei livelli di apprendimento e l’inclusione sociale degli studenti più svantaggiati. In Puglia abbiamo abbattuto il tasso di dispersione scolastica dal 30,3% del 2004 al 19.9% del 2013 e siamo convinti possa scendere ancora. Nelle precedenti edizioni Diritti a Scuola ha coinvolto circa 111.800 ragazze e ragazzi, avvalendosi del lavoro di 6.664 docenti aggiuntivi e 2.583 personale ATA, per un totale di 3.757 progetti ed un impegno di risorse pari ad oltre 140 milioni di euro. Pertanto, rafforzando le esperienze pregresse, si è deciso di riproporre questa tipologia di intervento anche per l’anno scolastico 2014-2015, innovando, in parte, l’azione finanziata e dando ancora maggiore risalto all’obiettivo di integrazione sociale che ha caratterizzato l’edizione del 2013-2014. Tra le principali novità della nuova edizione del bando vi è un’accentuazione, in termini di ore di svolgimento, delle attività riguardanti lo sportello di “ascolto e orientamento scolastico e socio-lavorativo” per gli studenti appartenenti alle categorie svantaggiate e per le loro famiglie. I progetti dovranno essere complementari agli interventi scolastici e potenziare i processi di apprendimento e sviluppo delle competenze degli allievi delle scuole primarie e secondarie di primo grado e del primo biennio della scuola secondaria di secondo grado, dando priorità alle scuole con maggiori livelli di dispersione scolastica e agli studenti che vivono particolari situazioni di svantaggio e che presentano maggiori difficoltà nello studio. Inoltre, sarà confermata l’azione aggiuntiva volta a favorire l’integrazione sociale e ad attenuare le situazioni di svantaggio degli studenti al fine di aumentarne i livelli di profitto nello studio e accrescerne le prospettive occupazionali, attraverso l’apertura o il rafforzamento (ove già esistenti) di sportelli caratterizzati dalla presenza di due o tre distinte figure professionali: A. psicologi; B esperti dell’orientamento scolastico e professionale e/o esperti della mediazione interculturale. L’impegno complessivo per il finanziamento dei progetti della sesta edizione di Diritti a Scuola è pari a 25 milioni di euro della nuova programmazione dei fondi comunitari 2014-2020.




 Data: 18/03/2015

Attivo il servizio di richiesta informazioni per Diritti a Scuola 2015
Si comunica che, per informazioni relative all'Avviso n.1/2015 Diritti a Scuola, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, è disponibile il numero 080/5405443 (Dott.ssa Maddalena Verriello). Qualora la linea risulti occupata si può inviare una email ai seguente indirizzi: a.montillo@regione.puglia.it e p.difonzo@regione.puglia.it Per gli aspetti relativi alla contrattualistica si può chiedere supporto tramite email all’indirizzo: f.torcello@regione.puglia.it




 Data: 03/02/2015

AVVISO - Sistema Regionale Competenze - RRFP
Si comunica che presso il Servizio Formazione Professionale – viale Corigliano 1, BARI (stanza Responsabile di Asse V), ogni giovedì dalle 10.00 alle 13.00, è disponibile un servizio informativo specifico per il Sistema Regionale delle Competenze, per il Repertorio Regionale delle Figure Professionali e le procedure di aggiornamento dello stesso.




 Data: 27/03/2015

Esodo formatori: prorogati i termini di presentazione delle domande
Con la delibera n. 474 del 17 marzo 2015, avente oggetto “Iniziativa di incentivazione all’esodo degli operatori della formazione professionale – riapertura termini”, la Giunta ha riproposto la suddetta misura. Per questioni di natura tecnica, la predetta Delibera non è ancora stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. Di conseguenza, il termine per la presentazione delle domande, inizialmente fissato al 31 marzo 2015, è prorogato al 10 aprile 2015.




 Data: 01/04/2015

Materiali didattici linee guida esami qualifica RRFP: scarica le slides
Sono disponibili su questo portale i materiali didattici relative alle “Linee Guida per lo svolgimento degli esami di Qualifica in esito ai percorsi di formazione che hanno a riferimento le Figure Professionali comprese nel Repertorio Regionale delle Figure Professionali (RRFP)”. Per scaricarle è sufficiente accedere, tramite il menù a sinistra, alla pagina “Sistema Regionale delle Competenze” e relativi allegati a fondo pagina. Per un ottimale visualizzazione dei materiali consigliamo di scaricare le slides sul proprio computer evitando di aprirle direttamente tramite browser.




 Data: 08/04/2015

Riqualificazione OSS, Sasso: “con lo scorrimento formiamo tutti gli operatori”
Grazie ad un ulteriore impegno di spesa di quasi 3 milioni di euro e al relativo scorrimento della graduatoria, il Servizio Formazione Professionale della Regione Puglia ha ammesso alla formazione i restanti 672 lavoratori che, nell’ambito dell’Avviso 1/2014 “Riqualificazione Operatori Socio Sanitari”, non avevano potuto approfittare della stessa opportunità per via delle risorse limitate. “Oggi comunichiamo una buona notizia – ha detto l’assessore alla Formazione e al Diritto allo Studio Alba Sasso – Grazie allo scorrimento relativo al bando per la riqualificazione degli Operatori dell’ambito socio-sanitario, procederemo alla formazione di tutti i restanti 672 lavoratori che erano rimasti fuori dall’elenco, esaurendo l’intera graduatoria su tutto il territorio regionale, nessuna provincia esclusa. Data la particolare delicatezza della figura dell’OSS, con questo provvedimento garantiamo a tutto il personale ausiliario già operativo di riqualificarsi, migliorando la qualità delle prestazioni e di conseguenza dell’intero servizio sanitario pugliese. Siamo convinti che, anche in materia di servizio pubblico, esattamente come abbiamo fatto per il sistema d’impresa con i bandi per la formazione continua, la riqualificazione sia sinonimo di innovazione, competitività, attrattività e, soprattutto, qualità”. Con atto del Dirigente del Servizio Formazione Professionale n. 355 dell’8 aprile 2015, la Regione Puglia ha approvato lo scorrimento della graduatoria relativa all’Avviso 1/2014 “Riqualificazione Operatori Socio Sanitari” ammettendo alla formazione i 672 lavoratori esclusi per esaurimento delle risorse e impegnando, contestualmente, ulteriori 2,9 milioni di euro a valere sulle risorse comunitarie del P.O. Puglia FSE 2007-2013. Tra i circa 2360 lavoratori per cui la formazione è già iniziata e i 672 dello scorrimento, in totale saranno riqualificati oltre 3000 operatori socio sanitari distribuiti su 170 progetti formativi. Il totale delle risorse, tra il primo impegno di circa 10,3 milioni e quello odierno di 2,9 milioni, è di circa 13,2 milioni di euro.




 Data: 07/01/2015

P.O. FSE Puglia 2007/2013: raggiunti gli obiettivi di spesa previsti a dicembre 2014
Il 30 dicembre 2014 sono state certificate alla Commissione Europea per il Programma Operativo FSE Puglia 2007/2013 spese pubbliche cumulate per ¤ 936.277.144,48 (di cui ¤ 497.756.414,61 di quota comunitaria). Il target di spesa in quota FSE da raggiungere a dicembre, pari ad ¤ 497.192.440,50, è stato quindi raggiunto e superato di 563.974,11 euro. L’avanzamento finanziario in termini di valore cumulato del Programma Operativo si attesta oggi su una percentuale di spesa pari a quasi il 74% circa del totale della dotazione complessiva (di ¤ 1.279.200.000,00), a fronte del 70% registrato a ottobre 2014 e del 62% di maggio 2014. La spesa aggiuntiva certificata rispetto a ottobre 2014 è di circa 45 milioni di euro, mentre rispetto a dicembre 2013, l’incremento della spesa è di 236 milioni di euro circa (+26%).




 Data: 29/01/2015

Garanzia Giovani: nuova proroga dei termini per la presentazione delle proposte formative delle ATS
Con determinazione del Dirigente del Servizio Formazione Professionale n. 42 del 29 gennaio 2015, sono stati nuovamente prorogati i termini per la presentazione delle proposte formative a Catalogo da parte delle ATS valutate positivamente a seguito dell’istanza sull’Avviso Multimisura: il termine ultimo per la presentazione delle proposte è ora fissato alle ore 14.00 del giorno 13 febbraio 2015. L’ulteriore proroga si è resa necessaria date le numerose richieste di ampliamento dei tempi per la presentazione delle proposte formative e considerato che trattasi di una progettazione articolata ed impegnativa anche dal punto di vista dell’inserimento dei corsi nella piattaforma informatica. La procedura online continua quindi ad essere disponibile alla pagina Avviso Multimisura (link diretto www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/bando-accrsoggprivati) - al link “Compila la tua domanda” della sezione “Presentazione Domande”. Sarà possibile inoltrare la proposta formativa solo in presenza di istanza sull’Avviso Multimisura valutata con esito positivo ed utilizzando le stesse credenziali di accesso al portale.




 Data: 03/03/2015

L’energia alternativa della Puglia sono i suoi giovani - Al via il grande evento FSE della Regione Puglia
Una “due giorni” di partecipazione attiva, un grande evento per raccontare ai visitatori della più importante fonte di energia alternativa di cui la Puglia dispone: i nostri giovani. “I giovani pugliesi: energia alternativa”, il 6 e 7 marzo presso la Fiera del Levante di Bari, è l’evento finale del Fondo Sociale Europeo: al termine del periodo di programmazione 2007/2013, la Regione Puglia organizza, infatti, una due giorni dedicata alla presentazione delle esperienze più significative realizzate con il supporto delle risorse comunitarie e, in generale, alle politiche regionali dedicate alla formazione, all'educazione e alla promozione dell'attivazione e dell'imprenditorialità delle giovani generazioni. L'evento ha l'obiettivo di mostrare quali progressi siano stati fatti in termini di valorizzazione del capitale umano, specie dei più giovani, attraverso l'utilizzo dei fondi FSE, in un'ottica di "inter-connessione e relazione" tra i diversi soggetti, istituzionali e non, che hanno ideato, promosso e realizzato iniziative a sostegno delle persone in materia di formazione, scuola, inserimento lavorativo. Le tematiche trattate daranno quindi l'opportunità ai visitatori di conoscere i principali progetti a sostegno della formazione e dell'occupazione, rivolti ai giovani e giovanissimi, che l'Amministrazione regionale concretamente sta mettendo o ha già messo in cantiere, a cavallo tra la programmazione 2007-2013 e la nuova programmazione 2014-2020. Inoltre, all'interno della due giorni, si svolgerà anche la VII edizione del Bollenti Spiriti Camp. Come nelle precedenti edizioni, il programma del Camp sarà costruito "dal basso" grazie al contributo di oltre 100 associazioni, cooperative e imprese giovanili. L'evento favorirà uno stile informale diverso dagli schemi tipici di un seminario o convegno: tutte le attività verranno infatti presentante privilegiando un approccio laboratoriale e prevedranno il diretto coinvolgimento del pubblico in attività pratiche. Sul sito www.eventopugliafse2015.info tutte le informazioni utili per parteciparvi.




 Data: 28/04/2015

Approvate le Linee Guida per gli ESAMI di QUALIFICA RRFP
Con deliberazione della Giunta Regionale n. 622 del 30 marzo 2015, pubblicata sul B.U.R.P. n. 55 del 21 aprile 2015, la Regione Puglia ha approvato le “Linee guida per lo svolgimento degli esami di Qualifica in esito ai percorsi di formazione che hanno a riferimento le Figure Professionali comprese nel Repertorio Regionale delle Figure Professionali (RRFP)” di cui all’allegato A, con i relativi n. 7 format allegati, parte integrante e sostanziale del provvedimento. La Delibera, l'allegato A e i format sono disponibili su questo sito, liberamente scaricabili nella sezione "Sistema Regionale delle Competenze".




 Data: 19/05/2015

Prorogato il bando per Progetti di Rafforzamento delle Competenze Linguistiche - Mobilità Interregionale e Transnazionale
Con Determinazione Dirigenziale n. 676 del 19 maggio 2015 sono stati prorogati i termini per la presentazione delle proposte formative relative all’Avviso Pubblico n. 3/2015 del Servizio Formazione Professionale, dal titolo “Progetti di Rafforzamento delle Competenze Linguistiche - Mobilità Interregionale e Transnazionale”. Di conseguenza le Scuole, gli Enti di Formazione e le Fondazioni ITS che vorranno aderire al bando, potranno inoltrare la domanda, a pena di esclusione, unicamente in via telematica attraverso la procedura on line Progetti di Rafforzamento delle Competenze Linguistiche - Mobilità Interregionale e Trasnazionale messa a disposizione all’indirizzo www.sistema.puglia.it nella sezione Formazione Professionale (link diretto www.sistema.puglia.it/mobilitàtrasnazionale2015 ) sino alle ore 14.00 del 27/05/2015. Il bando, rivolto agli studenti degli Istituti Scolastici di Istruzione Secondaria statali, agli allievi dei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale e agli allievi delle Fondazioni ITS, offre la possibilità di effettuare stage/tirocini formativi presso aziende ubicate in un’altra regione italiana o in un altro Paese europeo o di frequentare corsi di lingua presso istituti di comprovata esperienza, con conferimento di certificazioni finali riconosciute a livello internazionale e spendibili nel mercato del lavoro.




 Data: 21/05/2015

APPROVATE LE LINEE GUIDA PER GLI ESAMI dei percorsi di Istruzione e formazione professionale
Con deliberazione della Giunta Regionale n. 1046 del 19 maggio 2015, la Regione Puglia ha approvato le linee guida sulle procedure relative agli esami finali a conclusione dei percorsi di Istruzione e formazione professionale. La Delibera, i rispettivi allegati e format, sono disponibili su questo sito, liberamente scaricabili nella sezione "Deliberazioni" del menù “Atti e normative Regionali” ricercando il numero della DGR.




 Data: 06/05/2015

AGGIORNATO IL REPERTORIO REGIONALE DELLE FIGURE PROFESSIONALI
Con Determinazione Dirigenziale del Servizio Formazione Professionale n. 455 del 23/04/2015, pubblicata nel BURP n. 61 del 30/04/2015, si è proceduto ad un aggiornamento del Repertorio Regionale delle Figure Professionali relativamente alla “Approvazione delle figure di “Tecnico della progettazione d’Interni” e “Tecnico di Assistenza all’Infanzia” e dello standard formativo specifico del “Tecnico di Assistenza all’Infanzia” . L'atto è consultabile su questo portale presso l'Area Tematica "Sistema Regionale delle Competenze.




 Data: 22/09/2015

Riqualificazione OSS: ecco il format dell'attestato
E' disponibile, nella sezione modulistica della pagina http://www.sistema.puglia.it/riqualificazione_OSS , il format dell’attestato relativo ai corsi di riqualificazione in OPERATORE SOCIO SANITARIO che gli enti attuatori dovranno compilare a chiusura degli esami.




 Data: 23/09/2015

Formazione Professionale: aggiornato il Repertorio delle Figure Professionali
Al fine di rispondere alle dinamiche esigenze del mercato del lavoro e ad un sistema delle professioni in continuo mutamento, con la determinazione dirigenziale n. 973/2015, pubblicata nel BURP n. 123 del 10 settembre 2015, il Servizio Formazione Professionale ha modificato otto figure esistenti del Repertorio Regionale delle Figure Professionali per l'area agroalimentare e altre otto figure sono state create ex novo. Sono state anche inserite due nuove professionalità nel settore sociale. Inoltre, con la DD 974/2015(BURP medesimo) sono state aggiornate le procedure di adattamento e aggiornamento del Repertorio ed i relativi format.




 Data: 16/10/2015

Formazione Formatori: Attivazione Pagina e Pubblicazione Avviso
Attivata sul portale Sistema Puglia la pagina dedicata all'Avviso Formazione Formatori e sul Bollettino Ufficiale n.134 del 15 ottobre 2015, è stata pubblicata la Determinazione del Dirigente Servizio Formazione Professionale n. 1281 del 13 ottobre 2015 di approvazione. Nella pagina sono presenti tutte le informazioni sull'Avviso e i servizi FAQ e Richiedi Info per le richieste di chiarimento. La pagina dell'Avviso Formazione Formatori è direttamente raggiungibile al seguente link: http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SistemaPuglia/formazioneformatori Nella sezione modulistica della pagina sono presenti tutti gli allegati in formato word.




 Data: 23/04/2015

Pubblicato il bando per Progetti di Rafforzamento delle Competenze Linguistiche - Mobilità Interregionale e Transnazionale
Favorire percorsi di mobilità interregionale ed internazionale finalizzati all’acquisizione e al miglioramento delle competenze linguistiche e professionali, è questo l’obiettivo dell’Avviso Pubblico n. 3/2015 del Servizio Formazione Professionale, dal titolo “Progetti di Rafforzamento delle Competenze Linguistiche - Mobilità Interregionale e Transnazionale”. Il bando, rivolto agli studenti degli Istituti Scolastici di Istruzione Secondaria statali, agli allievi dei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale e agli allievi delle Fondazioni ITS, offre la possibilità di effettuare stage/tirocini formativi presso aziende ubicate in un’altra regione italiana o in un altro Paese europeo o di frequentare corsi di lingua presso istituti di comprovata esperienza, con conferimento di certificazioni finali riconosciute a livello internazionale e spendibili nel mercato del lavoro. L’impegno complessivo per il finanziamento dei Progetti di Rafforzamento delle Competenze Linguistiche - Mobilità Interregionale e Transnazionale è pari ad 8 milioni di euro ed è cofinanziato con risorse P.O. Puglia FSE 2007-2013. Le Scuole, gli Enti di Formazione e le Fondazioni ITS che vorranno aderire al bando, dovranno inoltrare la domanda, a pena di esclusione, unicamente in via telematica attraverso la procedura on line Progetti di Rafforzamento delle Competenze Linguistiche - Mobilità Interregionale e Trasnazionale messa a disposizione all’indirizzo www.sistema.puglia.it nella sezione Formazione Professionale ( link diretto www.sistema.puglia.it/mobilitàtrasnazionale2015 ). La procedura sarà disponibile a partire dalle ore 14:00 del 30/04/2015 e sino alle ore 17.00 del 20/05/2015.




 Data: 09/07/2015

Disponibili gli allegati dell'Avviso n. 7/2015 - "Percorsi di Formazione Assetto del Territorio"
Sono disponibili su questo sito gli allegati relativi all'Avviso n. 7/2015 - "Percorsi di Formazione Assetto del Territorio". Per scaricarli è sufficiente cliccare sulla pagina "ASSE VII Capacità Istituzionale", poi cliccare nella sezione "Avvisi Pubblici Regionali" e scegliere la pagina del bando di riferimento. In alternativa, è sufficiente copiare ed incollare nella "barra degli indirizzi" il seguente link: http://fse.regione.puglia.it/portal/pls/portal/FSE.DYN_DOCUMENTO_VIEW.show?p_arg_names=id_documento&p_arg_values=1292




 Data: 02/07/2015

Avviso 2/2015 - “Alternanza Scuola-Lavoro”: modalità consegna AUO
Si comunica agli istituti beneficiari delle attività approvate con D.D. n 764 del 16/06/2015 (BURP n. 90 del 25/06/2015) che l’Atto Unilaterale d’Obbligo, firmato in originale e in quattro copie, unitamente alla documentazione prevista al paragrafo “J” dell’Avviso, dovrà essere consegnato presso il Servizio Formazione Professionale all’attenzione del responsabile del procedimento dott. Gianluigi Labellarte, nei termini previsti dal succitato atto. Si comunica, altresì, che il formato word dell’ AUO è disponibile nella sezione “Modulistica” del sito www.sistema.puglia.it/alternanzascuolalavoro .




 Data: 04/09/2015

Scorrimento Mobilità Transazionale: pubblicato il nuovo AUO
A seguito degli scorrimenti della graduatoria effettuati con i provvedimenti n. 989/2015 (Linea 1) e 990/2015 (Linea 2), è disponibile sul portale Sistema Puglia, al link http://www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/mobilitatransnazionale2015 , nella sezione modulustica, il nuovo modello di Atto Unilaterale d’Obbligo.




 Data: 12/10/2015

Pubblicata la documentazione e lo schema AUO Avviso 7/2015 "Percorsi di Formazione Assetto del Territorio"
Pubblicata la documentazione e lo schema di Atto Unilaterale d'Obbligo relativi all'Avviso 7/2015 "Percorsi di Formazione Assetto del Territorio". Il format dell'atto unilaterale d'obbligo, il registro presenze allievi, la domanda di pagamento del 95% e la richiesta di D.U.R.C. sono disponibili su questo portale come allegati alla Determinazione Dirigenziale dell'Autorità di Gestione PO FSE PUGLIA 2007-2013 n. 376 del 28 settembre 2015. Per scaricarli è sufficiente utilizzare la stringa di ricerca in alto a destra, scrivere "Assetto del Territorio" e visualizzare la Determinazione di cui sopra. Tra gli allegati alla stessa è presente lo schema di Atto Unilaterale d'Obbligo e la documentazione relativa all'Avviso.




 Data: 12/10/2015

FIXO: pubblicato bando per contributi ai centri di formazione professionale
Nell'ambito delle misure di intervento previste dal programma FIxO, è aperto un avviso pubblico per la concessione di contributi ai centri di formazione professionale (CFP) privati e pubblici. L’obiettivo è quello di sostenere i CFP nell'erogazione diretta di servizi di orientamento di primo livello, di orientamento specialistico e di accompagnamento al lavoro finalizzato all’attivazione di contratti di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale. I CFP dovranno, pertanto, costituire e/o rafforzare i propri servizi di orientamento e placement attraverso la definizione e attuazione di standard di qualità; orientare i giovani alla scelta dei corsi più idonei per la propria formazione; promuovere e attivare gli strumenti di transizione scuola-lavoro, quali l’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, l’alternanza Scuola-Lavoro e l’impresa formativa simulata; avviare percorsi di formazione integrati con tali strumenti. Le risorse a bando sono pari a 10,5 milioni di euro, utili a finanziare le attività di 300 centri di formazione professionale privati e pubblici. Ogni centro di formazione professionale potrà ricevere un contributo fino ad un massimo di 35 mila euro. La domanda di partecipazione potrà essere presentata a partire dalle 14.00 del 08/10/2015 e fino alle 23:59 del 29/10/2015. Per ulteriori informazioni www.italialavoro.it




 Data: 22/07/2015

Avviso n. 7/2015 - "Percorsi di Formazione Assetto del Territorio": refuso piano finanziario
In riferimento all'analisi dei costi del formulario di presentazione dei progetti, si segnala la presenza di un refuso nel "riassunto dei costi", con specifico riferimento alle macrovoci B3 e B4. Sono, pertanto, da considerare validi i valori riportati nel piano finanziario analitico con riferimento, rispettivamente, alla macrovoce B3 per un max del 30% ed alla macrovoce B4 per un Max del 20%.




 Data: 29/09/2015

Avviso n. 4/2013 "Piani Formativi Aziendali - Proroga termine ultimo per rendicontazione finale
Prorogato al 24 ottobre 2015 il termine ultimo per la rendicontazione finale e di validità dell’atto unilaterale d’obbligo per i "Piani Formativi Aziendali - Avviso 4/2013", redatto secondo lo schema approvato con A.D. 622/2014 e sottoscritto dai soggetti attuatori. La proroga del termine è stata approvata dalla Determinazione Dirigenziale n. 1210 del 29 settembre 2015 del Servizio Formazione Professionale.




 Data: 24/06/2015

Sasso: formazione e reinserimento per detenuti, arriva l'Avviso regionale
Si chiama “Welcome” il progetto sperimentale di inclusione sociale rivolto ai detenuti (adulti e minori) in regime di media sicurezza. L’Avviso emanato dalla Regione Puglia, di concerto con il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria di Bari, il Centro di Giustizia Minorile, il Garante dei Detenuti e il Garante dei Diritti dell’ Infanzia, sarà pubblicato il prossimo giovedì 25 giugno sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. "L’intera programmazione pugliese del Fondo Sociale Europeo per il periodo 2007-2013 è stata integralmente orientata ad accorciare le disparità sociali tra i primi e gli ultimi - ha detto Alba Sasso, assessore alla formazione della giunta Vendola, commentando il nuovo bando - Attraverso “Welcome” intendiamo sperimentare nuove forme di recupero dei detenuti in regime di media sicurezza, nella convinzione che attraverso un’adeguata formazione si possa contribuire ad evitare episodi di recidività dei reati, una volta saldato il debito con la giustizia. Inoltre – ha proseguito Sasso – i momenti formativi contribuiscono a rendere meno gravoso il periodo di carcerazione, e ad alleviare il peso della detenzione, aggravato dal sovraffollamento delle strutture e dalla carenza di servizi, nonostante il grande lavoro del personale impiegato negli Istituti di pena. Welcome – ha concluso Sasso – e i tanti progetti a sostegno dell’inclusione sociale finanziati con le risorse FSE, rappresentano un patrimonio prezioso che certamente la nuova giunta Emiliano saprà valorizzare”. Nello specifico, con un impegno di spesa pari a 864mila euro a valere sulle risorse del Programma Operativo 2007-2013 del Fondo Sociale Europeo della Regione Puglia, Asse III – Inclusione Sociale, si prevede l’attivazione di 12 corsi di formazione, ciascuno da 320 ore suddivise in 180 ore di formazione teorica e 140 di attività laboratoriali tecnico/pratiche, per figure professionali che spaziano dal giardiniere al muratore, dal pittore al falegname, dal piastrellista all’addetto alle lavorazioni ceramiche. I destinatari degli interventi sono 120 detenuti interessati all’apprendimento di abilità e competenze attraverso il sistema della formazione professionale, individuati con criteri di trasparenza ed equità dalle Direzioni degli Istituti Penitenziari presenti nella regione in base a requisiti relativi alla anzianità di disoccupazione durante lo stato di detenzione, ai carichi familiari, alla professionalità. Le Direzioni degli Istituti, inoltre, procederanno alla selezione, per ciascun Istituto, di un detenuto in possesso di qualifiche professionali acquisite tramite percorsi formativi erogati dalla Regione Puglia, ovvero, che possiedano le abilità/competenze maturate in precedenti esperienze lavorative anche prima della detenzione, al quale affidare il ruolo di “mentore” nell’espletamento delle attività formativo/ istruttive nei confronti degli altri detenuti/allievi partecipanti. Ad attuare i corsi di formazione saranno gli enti di formazione professionale che, alla data di presentazione della candidatura relativa al bando, siano inseriti nell’elenco regionale degli organismi accreditati dalla Regione Puglia,in partenariato, (pena l’esclusione) con almeno un organismo del Terzo Settore (cooperative sociali, associazioni di promozione sociale, associazioni dei familiari, associazioni di volontariato, ecc.).




 Data: 17/12/2015

Seminario tecnico informativo: “Il Sistema Regionale delle Competenze: stato di attuazione e prospettive di sviluppo” - 21 dic 2015 - h.10.00
Avrà luogo lunedì 21 dicembre 2015, a partire dalle ore 10.00 presso l’Aula Magna “Attilio Alto” del Politecnico di Bari in Via Orabona 4, il Seminario tecnico informativo “Il Sistema Regionale delle Competenze: stato di attuazione e prospettive di sviluppo”. Nel corso dei lavori, introdotti dall’Assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro Sebastiano Leo, saranno illustrate le innovazioni intervenute nel sistema formativo regionale nel corso dell’ultimo anno, gli aggiornamenti del Repertorio Regionale delle Figure Professionali e i risultati del progetto di ricerca che ha portato alla definizione di una “Mappatura delle qualificazioni e dei percorsi regolamentati in Regione Puglia”. Inoltre, l’occasione sarà utile per un primo confronto sul documento di indirizzo relativo al costituendo Sistema Regionale di Validazione e Certificazione delle Competenze. Trattandosi di tematiche di interesse comune, sostanziali ai fini di un’efficace programmazione e attuazione delle attività formative, la partecipazione al seminario è aperta al pubblico, quale occasione di scambio e di massima diffusione delle informazioni. A conclusione dei lavori, agli interessati, sarà rilasciata attestazione di partecipazione.




 Data: 11/01/2016

Garanzia Giovani, Misura 2B: prorogati al 26 gennaio 2016 i termini per la presentazione delle istanze
Con atto dirigenziale n. 1522 del 10/11/2015, BURP. n. 147/2015, è stato approvato l'Avviso per la presentazione di candidature per la realizzazione della misura 2B: reinserimento di giovani 15-18enni in percorsi formativi. Il paragrafo G – “modalità e termini per la presentazione delle istanze on line” prevedeva che la procedura on line sarebbe stata disponibile a partire dalle ore 14.00 del 23/11/2015 e sino alle ore 13.30 del 12/01/2016. Viste le numerose richieste di proroga per la presentazione delle istanze pervenute da parte numerose Agenzie di Formazione nonché da parte di Istituti Scolastici, considerate le motivazioni addotte, l’Amministrazione regionale ha prorogato, con determinazione dirigenziale della Sezione Formazione Professionale n. 3 dell'11/01/2016, i termini per la presentazione delle candidature on line alle ore 13.30 del giorno 26 Gennaio 2016.




 Data: 22/01/2016

Al via la consultazione pubblica per il Sistema di Validazione e Certificazione delle Competenze della Regione Puglia
Lo scorso 21 dicembre, presso l’Aula Magna del Politecnico di Bari si è tenuto il seminario tecnico-informativo dal titolo “Il Sistema Regionale delle Competenze: stato di attuazione e prospettive di sviluppo”, organizzato dalla Sezione Formazione Professionale della Regione Puglia. In tale occasione è stato illustrato anche il costituendo “Sistema Regionale di Validazione e Certificazione delle Competenze” (SRVCC), ossia gli indirizzi regionali sulle procedure, i ruoli, gli strumenti per il riconoscimento delle competenze acquisite nei contesti dell’APPRENDIMENTO NON FORMALE, INFORMALE e FORMALE in attuazione delle recenti disposizioni nazionali in materia (Decreto 30 giugno 2015). In vista dell’adozione di una specifica Deliberazione di Giunta Regionale in merito, viene aperta una CONSULTAZIONE PUBBLICA sulla proposta di dispositivo regionale “Il Sistema di Validazione e Certificazione delle Competenze della Regione Puglia”. Gli interessati possono inviare le proprie proposte di modifica/integrazione al documento all’indirizzo comitatotecnicocompetenze@regione.puglia.it, entro il 31 gennaio 2016. E' possibile scaricare la bozza del dispositivo regionale e le presentazioni degli interventi dei diversi relatori al seminario dello scorso 21 dicembre su questo sito, nella sezione Sistema Regionale delle Competenze, oppure sul portale regionale Sistema Puglia.




 Data: 29/02/2016

FSE 2007-2013: ecco il test di valutazione della commissione europea
Rivolto a tutti i cittadini e agli stakeholder che, a vario titolo, hanno avuto a che fare con il Fondo Sociale Europeo 2007-2013, il questionario promosso dalla DG Occupazione della Commissione Europea ha l’obiettivo di attivare una valutazione ex-post del Fondo Sociale Europeo relativamente alla programmazione 2007-2013. La consultazione è pubblica e si compone di 10 domande a risposta multipla, in lingua inglese. Accedere al test è semplicissimo, è infatti sufficiente connettersi al seguente link, alla voce “visualizzare il questionario”: http://ec.europa.eu/social/main.jsp?langId=it&catId=699&consultId=21&visib=0&furtherConsult=yes Il termine ultimo per la partecipazione all'indagine è fissato al 27 Aprile 2016.




 Data: 30/11/2015

Formazione Professionale: prorogati al 15 dicembre 2015 i termini per la rendicontazione degli Avvisi 2-3-5/2015
Prorogati a martedì 15 dicembre 2015 i termini ultimi per la rendicontazione delle spese e di validità degli atti unilaterali d’obbligo per l’ Avviso n. 2/2015 “Percorsi di Alternanza Scuola Lavoro”, per l’Avviso n. 3/2015 “Progetti di Rafforzamento delle Competenze Linguistiche – mobilità interregionale e transnazionale” e per l’Avviso n. 5/2015 “Costituzione di nuovi Istituti Tecnici Superiori – ITS”. Le proroghe e la contestuali modifiche degli atti unilaterali sono state approvate con Determinazione Dirigenziale n. 1634 del 26 novembre 2015 del Servizio Formazione Professionale. Per scaricarla è sufficiente cliccare su “ASSE IV Capitale Umano” nella barra orizzontale in alto, poi - nella pagina dedicata all’asse nella sezione dei Documenti Asse - cliccare alla voce “Determinazioni” e visualizzare la Determinazione di cui sopra.




 Data: 17/12/2015

Diritti a Scuola, Leo: “firmato l’accordo MIUR – Regione Puglia”
“Il Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, Stefania Giannini ha firmato l’accordo MIUR – Regione Puglia per l’edizione 2015-2016 di Diritti a Scuola”, Lo comunica l’assessore pugliese all’istruzione, alla formazione e al lavoro, Sebastiano Leo. “Una bella notizia, molto attesa dal mondo della scuola pugliese e dal personale docente e ATA. La firma dell’accordo – ha proseguito l’assessore – è il risultato di una intensa e positiva interlocuzione delle strutture regionali con l’apparato ministeriale, ma anche dell’intermediazione convinta e tenace del Sottosegretario di Stato, la pugliese Angela D’Onghia, che sento di dover ringraziare pubblicamente”. Diritti a Scuola, il progetto della Regione Puglia che contrasta la dispersione scolastica e rafforza le competenze di base delle ragazze e dei ragazzi pugliesi, è risultato il vincitore di RegioStars 2015, il premio organizzato dalla Commissione europea che individua i migliori progetti a livello regionale finanziati nell'ambito dei fondi della politica di coesione dell'UE. “Mi auguro – ha più volte ribadito il Commissario Europeo alle Politiche Regionali Corina Cretu – che le regioni e le città d’Europa sappiano trarre ispirazione dai vincitori”. “Stiamo lavorando ad un nuovo bando – ha concluso l’assessore all’istruzione – che perfezioni il progetto e che sia adeguato al nuovo corso della scuola pugliese, anche attraverso l’investimento di risorse importanti nell’avvio del nuovo ciclo di programmazione 2014-2020. L’avviso sarà pubblicato quanto prima”.




 Data: 30/11/2015

AVVISO N. 5/2012 "Percorsi formativi per il conseguimento della qualifica di Operatore Socio Sanitario (O.S.S.)”: PROROGA TERMINE ULTIMO PER RENDICONTAZIONE DELLE SPESE
Prorogato a venerdì 11 dicembre 2015 il termine ultimo per la rendicontazione delle spese e di validità dell’atto unilaterale d’obbligo per i "Percorsi formativi per il conseguimento della qualifica di Operatore Socio Sanitario (O.S.S.)". La proroga e la contestuale modifica dell’atto unilaterale sono stati approvati con Determinazione Dirigenziale n. 2899 del 26 novembre 2015 del Dirigente della Sezione Politiche per il Lavoro. Per scaricarla è sufficiente utilizzare la stringa di ricerca in alto a destra, scrivere "2899 operatore socio sanitario" e visualizzare la Determinazione di cui sopra.




 Data: 26/10/2015

Azioni di sistema per soggetti attuatori dei corsi di riqualificazione OSS: pubblicato l'Avviso 9/2015
Il P.O. Puglia FSE 2007-2013 esprime tra gli obiettivi strategici anche quello di attivare studi e ricerche volti a favorire l’individuazione anticipata dei cambiamenti. Con l’Avviso pubblico n. 9/2015 “AZIONI DI SISTEMA”, che si rivolge ai soggetti attuatori dei corsi di riqualificazione in Operatori Socio Sanitari, la Regione Puglia intende acquisire un rapporto di analisi contenente informazioni di natura qualiquantitativa utile ad identificare punti di forza e debolezza dell’intervento formativo realizzato. La base informativa raccolta consentirà di far emergere esempi di metodologie e strumenti formativi particolarmente innovativi ed efficaci e di elaborare proposte per lo sviluppo di politiche e servizi in grado di consolidare la riqualificazione dei lavoratori tenendo conto dei cambiamenti al fine di migliorare i processi di match tra domanda e offerta, in previsione del periodo di avvio della programmazione regionale 2014-2020. Ogni soggetto attuatore dovrà quindi predisporre, per ogni corso di riqualificazione, un rapporto di analisi completo, originale, preciso, minuzioso e particolareggiato. L'Avviso n. 9/2015 "AZIONI DI SISTEMA" è stato adottato con determinazione dirigenziale del Servizio Formazione Professionale n. 1343 del 19 ottobre 2015 e pubblicata sul BURP n. 138 del 22 ottobre 2015. Il bando e i relativi allegati in formato word sono disponibili su questo sito, per scaricarli è sufficiente scrivere nella stringa di ricerca in alto a destra le parole "azioni di sistema" e individuare tra i risultati la determinazione dirigenziale n. 1343.




 Data: 10/11/2015

Regione Puglia: cambia il numero di conto
Si comunica che, ai sensi della nota della RAGIONERIA prot. n. 16640 del 23/10/15, il c/c bancario 40/1 — cod. IBAN lT25G0101004197000040000001 (contabilità ordinaria) acceso presso il Banco di Napoli,sarà estinto. Si indicano di seguito le coordinate bancarie da utilizzare d’ora in avanti per gli accrediti in favore dell’Ente: CONTO ORDINARIO in essere presso il Banco di Napoli, intestato a Conto Tesoreria Unica Regione Puglia — cod. IBAN IT38W0101004197100000046032




 Data: 25/11/2015

AVVISO N. 7/2015 "PERCORSI DI FORMAZIONE ASSETTO DEL TERRITORIO”: PROROGA TERMINE ULTIMO PER RENDICONTAZIONE DELLE SPESE
Prorogato a venerdì 11 dicembre 2015 il termine ultimo per la rendicontazione delle spese e di validità dell’atto unilaterale d’obbligo per i "Percorsi di Formazione ASSETTO DEL TERRITORIO". La proroga e la contestuale modifica dell’atto unilaterale sono stati approvati con Determinazione Dirigenziale n. 469 del 24 novembre 2015 del Servizio Autorità di Gestione PO FSE. Per scaricarla è sufficiente utilizzare la stringa di ricerca in alto a destra, scrivere "Assetto del Territorio" e visualizzare la Determinazione di cui sopra.




 Data: 06/04/2016

Italian Employers’ Day, Leo: “una grande opportunità per i lavoratori e le imprese pugliesi”
Un grande evento dedicato al lavoro, in contemporanea nei 28 paesi dell’Unione Europea più Islanda e Norvegia, circa 150.000 persone coinvolte tra convegni, fiere del lavoro, seminari, workshop, recruitment day e molto altro allo scopo di promuovere l'incontro tra servizi pubblici per l'impiego e datori di lavoro. Il programma è articolato lungo dodici giorni, da lunedì 4 a venerdì 15 aprile: ogni Stato lancerà eventi e attività legati alle esigenze specifiche del proprio mercato del lavoro. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, seguendo le indicazioni del PES Board (Public Employment Services, la Rete europea dei Servizi Pubblici per l'Impiego), ha organizzato l'Employers' Day italiano giovedì 7 aprile 2016. “La Puglia non poteva che essere protagonista di una iniziativa così importante, con un programma ricco di iniziative – ha detto Sebastiano Leo, assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro della Regione Puglia – Durante la giornata di domani, da Manfredonia a Casarano, da Martina Franca ad Ostuni, da Andria a Foggia, i Centri per l’Impiego pugliesi hanno organizzato una serie di workshop, convegni ed iniziative con l’obiettivo di ulteriormente definire il fabbisogno professionale delle imprese pugliesi, di favorire l’incrocio domanda/offerta di lavoro, con approfondimenti sulla normativa vigente e sulle opportunità e gli incentivi europei, nazionali e regionali a sostegno dell’occupazione”. “L’Italian Employers’ Day, che avrà luogo domani giovedì 7 aprile, capita a pochi giorni dall’approvazione della Delibera di Giunta con cui abbiamo adottato lo schema di convenzione tra Ministero del Lavoro e Regione per disciplinare il periodo transitorio per la attuazione della riforma dei Servizi per il Lavoro e delle politiche attive, garantendo la continuità di funzionamento dei centri per l’impiego e del personale in essi impiegato. L’occasione è lieta per ringraziare i CPI di Puglia ed i loro operatori, capaci di garantire qualità e quantità del servizio, nonostante la dotazione di personale, di competenze e di infrastrutture, in Italia, non raggiunga neppure un decimo degli altri paesi europei”. Tutte le informazioni relative all’Italian Employers’ Day sul territorio pugliese sono disponibili all’indirizzo web http://www.cliclavoro.gov.it/EmployersDay/calendario-eventi-territoriali/Pagine/Calendario-Eventi.aspx




 Data: 26/09/2016

Il riconoscimento delle qualificazioni regionali sul territorio nazionale: le slides dell'evento
Giovedì 15 settembre 2016, nell’ambito della 80^ edizione della Fiera del Levante, si è svolto il workshop tecnico interregionale Il riconoscimento delle qualificazioni regionali sul territorio nazionale: sviluppo e applicazione del D.L. 30 giugno 2015, promosso dalla Sezione Formazione Professionale della Regione Puglia. L’evento che ha visto la partecipazione del Ministero del Lavoro, dell’ISFOL e delle altre amministrazioni regionali, ha fatto il punto sullo stato dell’arte del Sistema Nazionale di Certificazione, sul Quadro Nazionale delle Qualificazioni regionali e sui sistemi regionali operanti, tra cui quello pugliese, adottato con la recente D.G.R. n. 1147 del 24/07/2016. Nel sito dell’Osservatorio Regionale dei Sistemi di Istruzione e Formazione Professionale è possibile consultare e scaricare le relazioni presentate dagli intervenuti. Ecco il link: http://www.osservatorioscolastico.regione.puglia.it/web/guest/news/-/blogs/online-le-relazioni-del-workshop-sulla-certificazione-delle-competenze




 Data: 27/09/2016

Realizzazione di percorsi formativi di Istruzione Tecnica Superiore (ITS)
Realizzazione di percorsi formativi di Istruzione Tecnica Superiore (ITS), finalizzati al conseguimento del diploma di tecnico superiore Con il presente avviso la Regione Puglia intende potenziare l'offerta di percorsi di Istruzione Tecnica Superiore, puntando sulle aree tecnologiche ritenute strategiche per lo sviluppo economico e la competitività regionale. Gli ITS, scuole ad alta specializzazione tecnologica nate per rispondere alla domanda delle imprese di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche e costituenti uno dei principali segmenti della formazione terziaria non universitaria, rappresentano in particolare lo strumento attraverso il quale formare figure professionali di alto livello, dotate di competenze spendibili, certificabili e riconoscibili nel sistema di qualificazione nazionale ed europeo, per offrire ai giovani opportunità di inserimento nel mercato del lavoro regionale. Il presente avviso ha dunque l'obiettivo di promuovere un rafforzamento dell'offerta dei percorsi di Istruzione Tecnica Superiore, in linea con le vocazioni del territorio regionale, sia per aumentare la partecipazione dei giovani all'istruzione terziaria sia per favorire il loro concreto inserimento nel mercato del lavoro. L'avviso in attuazione di quanto previsto dal DPCM 25 gennaio 2008 e dal Decreto Interministeriale 7 febbraio 2013 "Linee Guida di cui all'art. 52, comma 1 e 2, della Legge n. 35 del 4 aprile 2012, contenente misure di semplificazione e di promozione dell'istruzione tecnico professionale e degli Istituti Tecnici Superiori (ITS)", intende finanziare proposte progettuali per la realizzazione di percorsi formativi di istruzione tecnica superiore da avviare nell'anno formativo 2016/2017 e che prevedano, in esito, il rilascio di un "Diploma Tecnico Superiore". In particolare, i percorsi dovranno obbligatoriamente riferirsi alle aree tecnologiche e agli ambiti specifici d'interesse per il territorio regionale definite nel "Piano triennale territoriale 2016/2018". I termini di consegna sono inderogabilmente fissati, pena l'esclusione, alle ore 13.00 del giorno 03/10/2016. L'avviso e relativi allegati sono disponibili al seguente indirizzo: http://www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/percorsiITS




 Data: 11/04/2016

Qualifica OSS a studenti istituti professionali tecnico-sanitari. Leo: “ Un progetto innovativo per il futuro di quattromila studenti pugliesi”
“Un’importante misura a sostegno dell’occupabilità, esempio di grande collaborazione tra le istituzioni”, ha detto Sebastiano Leo, assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro durante la conferenza stampa relativa alla firma del Protocollo di Intesa sulla qualifica di operatore socio sanitario. “Uscire dal sistema della formazione con due titoli, diploma e qualifica OSS – ha continuato Leo - offre maggiori prospettive occupazionali a più di quattromila studenti di trenta scuole della Regione Puglia. Un risultato raggiunto grazie al coinvolgimento degli enti di formazione professionale accreditati che, attraverso un percorso extracurriculare, integreranno l’offerta formativa degli istituti professionali pugliesi con indirizzo tecnico socio-sanitario”. Il Protocollo d’Intesa è stato sottoscritto tra Regione Puglia e Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, rappresentato dalla Direttrice Anna Cammalleri, protagonista del progetto sviluppato “attraverso un percorso di ascolto delle esigenze dei nostri istituti professionali, degli enti di formazione, ma soprattutto delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi che beneficeranno di questo importante provvedimento”. Presente alla firma anche Angela D’Onghia, sottosegretario di Stato del Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, che ha seguito sin dall’inizio l’evolversi della misura. “La collaborazione della politica a tutti i livelli – ha commentato l’onorevole – rappresenta uno dei primi passi verso il miglioramento della gestione delle risorse pubbliche della formazione professionale e del diritto allo studio. Dalla scuola passa il futuro del paese e del Mezzogiorno”. Grazie al protocollo gli studenti degli istituti scolastici professionali pugliesi iscritti al percorso di Tecnico dei Servizi Socio-sanitari, potranno conseguire anche la qualifica di Operatore Socio-Sanitario (OSS). Fino ad oggi, invece, questi studenti – nonostante un percorso di 5 anni e relativo diploma – godevano delle stesse condizioni di partenza di tutti gli altri pugliesi interessati ad acquisire la qualifica di OSS. Il Protocollo di Intesa va a rimodulare l’offerta formativa dell’indirizzo di Tecnico dei Servizi Socio-Sanitari: i giovani frequentanti le classi 3^, 4^ e 5^ del suddetto indirizzo professionale, grazie ad una partnership tra istituti e organismi di formazione accreditati presso la Regione Puglia, avranno la possibilità di integrare il loro percorso di studi con un percorso formativo extracurriculare con una quota di tirocinio pratico-applicativo di 450 ore. Al termine del percorso, gli studenti dovranno sostenere un esame finalizzato a verificare il possesso di competenze, capacità e conoscenze corrispondenti agli standard professionali della qualifica OSS e conseguente rilascio dell’attestato. L’azione ha un forte impatto sul sistema formativo pugliese, con il coinvolgimento potenziale di 4201 studenti attualmente iscritti alle 212 classi dei 28 istituti professionali con attivo il corso di “Tecnico dei Servizi Socio-sanitari” (dati USR riferiti all’a.s. 2015/2016).




 Data: 27/04/2016

PROGETTARE PER COMPETENZE
Negli scorsi mesi, nell'ambito delle attività del progetto “Buone pratiche per le competenze”, la Sezione Formazione professionale ha realizzato alcuni seminari informativi destinati ai progettisti indicati dagli Organismi formativi accreditati. Si pubblicano le slides utilizzate, nel corso di tali giornate, dagli esperti che hanno realizzato la formazione. Si pubblica inoltre un Manuale utile quale guida metodologica per la progettazione di percorsi formativi, riferibili agli standard del Repertorio Regionale delle Figure Professionali, precisando che alcune delle procedure in esso indicate potranno essere oggetto di revisione per effetto dell'adeguamento normativo al Decreto interministeriale del 30/6/2015. Lo scopo dell’iniziativa è quello di agevolare la più ampia diffusione di una metodologia comune di progettazione ed erogazione della formazione professionale secondo un approccio basato sulle competenze. Tutti i documenti sono scaricabili su questo sito, nella sezione "Area Tematica" - "SISTEMA REGIONALE DELLE COMPETENZE", alla voce "Progettare per Competenze". Per ogni ulteriore informazione è possibile inviare una mail all'indirizzo comitatotecnicocompetenze@regione.puglia.it




 Data: 29/03/2016

Garanzia Giovani, Leo: “al via le azioni per il reinserimento formativo dei 15-18enni”
Pubblicate sul BURP dello scorso giovedì 24 marzo le graduatorie degli Organismi di formazione e Istituti scolastici selezionati per la realizzazione della misura 2B Garanzia Giovani, l’azione del programma con l’obiettivo di favorire il rientro in percorsi formativi delle ragazze e dei ragazzi pugliesi tra i 15 e i 18 anni. “Nonostante i risultati ottenuti con il bando Diritti a Scuola rivolto ai giovani nella fascia di età 6-15, con cui abbiamo abbattuto il tasso di dispersione scolastica di oltre 10 punti percentuali, il numero dei giovani pugliesi che abbandona prematuramente il percorso scolastico è ancora significativo”, ha detto Sebastiano Leo, assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro. “Con il bando relativo all’azione 2B Garanzia Giovani, di cui pubblichiamo le graduatorie degli organismi di formazione accreditati e selezionati che erogheranno la misura, è nostra intenzione riportare tra i banchi di un’aula le ragazze e i ragazzi tra i 15 e i 18 anni in condizione di NEET, favorendone il rientro in percorsi formativi utili a conseguire una qualifica professionale o un diploma. Si tratta – ha continuato Leo – di offrire loro un’opportunità, cogliendo pienamente lo spirito del programma Garanzia Giovani. Con questa misura – ha concluso l’assessore – avvieremo a formazione oltre 2200 giovanissimi strappati alla condizione di totale inattività, dotandoli – a margine del percorso – di un titolo spendibile sul mercato del lavoro”. Attraverso la procedura telematica, sono pervenute 75 istanze di candidatura all’Avviso da parte di altrettanti soggetti. A chiusura delle operazioni di valutazione di ammissibilità sono state dichiarate ammesse alla valutazione di merito 72 proposte. Dei 72 progetti valutati e risultati idonei, 61 progetti da 900 ore + 61 progetti da 500 ore hanno trovato capienza nelle risorse complessivamente disponibili, pari a 10.800.000,00 euro, e quindi risultano finanziati. I progetti da 500 ore saranno percorsi di potenziamento/acquisizione di competenze, articolati in moduli certificabili, anche personalizzati, caratterizzati da contenuti didattico-formativi innovativi ed attraenti, comunque riferibili a competenze di base, trasversali e tecnico-professionali nei quali particolare attenzione sarà dedicata all’apprendimento in contesti anche diversi da quello d’aula e centrati su attività di didattica laboratoriale o sull’esperienza in azienda. Al termine del percorso sarà rilasciato un attestato delle competenze certificate. Al termine dei percorsi formativi da 900 ore verrà rilasciato un attestato di qualifica professionale, valido su tutto il territorio nazionale ed europeo, spendibile nel mercato del lavoro. Grazie all’Avviso “MISURA 2-B: Reinserimento di giovani 15-18enni in percorsi formativi”, saranno avviati a formazione circa 2235 ragazze e ragazzi in condizione di NEET, che potranno quindi usufruire di uno dei progetti formativi selezionati su relativa suddivisione provinciale. L’azione 2B è parte del programma europeo Garanzia Giovani, di cui la Regione Puglia è soggetto attuatore con una dotazione finanziaria di 120 milioni di euro.




 Data: 10/03/2016

“Sistemi Formativi a confronto”, Leo: “l’intesa Puglia-Veneto per una formazione professionale di qualità”
“Con la Regione del Veneto e i suoi rappresentanti istituzionali abbiamo da tempo intrapreso un fitto dialogo, di cui l’importante iniziativa di oggi è tappa intermedia, con l’obiettivo di condividere le migliori strategie per lo sviluppo dell’offerta formativa. Il Veneto è una regione molto avanti dal punto di visto della formazione professionale e sebbene i contesti socio-economici tra Puglia e Veneto siano molto diversi, i punti di contatto e alcune prospettive di sviluppo del settore sono rilevanti”. ha detto Sebastiano Leo, assessore all’istruzione, alla formazione e al Lavoro durante il workshop interregionale Puglia-Veneto “Sistemi formativi a confronto”. “In Puglia la bilancia tra il sistema di istruzione e il sistema della formazione professionale pende per l’80% a favore del primo, è possibile pensare politiche di riequilibrio sull’argomento, immaginando una formazione che sia più strutturata e continua, con corsi che inizino a settembre. Stiamo puntando su significativi strumenti di rilevazione delle azioni formative, come l’Osservatorio Regionale dei Sistemi di Istruzione e Formazione, con l’obiettivo di incrementare i livelli qualitativi delle stesse, ascoltando i fabbisogni del sistema di impresa e del territorio, per renderli rispettivamente più competitivi e attrattivi. Ringrazio – ha concluso Leo – l’assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro della Regione Veneto Elena Donazzan per essere stata con noi oggi, tra le tante sinergie della giornata voglio ricordare l’intesa su Garanzia Giovani, in particolar modo relativa alla misura dei tirocini in mobilità geografica, in una logica win – win”. “La Puglia e il Veneto valorizzano a fattore comune le politiche migliori – ha detto Elena Donazzan, assessore della Regione del Veneto – Gli obiettivi del sistema duale vengono raggiunti dalla Regione Veneto pretendendo dai nostri istituti una formazione di qualità che restituiamo alle famiglie e ai loro ragazzi. È questo l’obiettivo del nostro lavoro”. Ha avuto luogo oggi, presso il Cineporto di Puglia in Fiera del Levante, il workshop interregionale “Sistemi Formativi a confronto” che ha visto la Regione Puglia e la Regione Veneto dialogare e misurarsi al fine di individuare azioni e strumenti per sviluppare e incrementare la transnazionalità dei sistemi formativi, con particolare attenzione alla formazione delle imprese per l’internazionalizzazione e la mobilità lavorativa transnazionale. Per tutta la giornata le strutture tecniche regionali e i vertici politici si sono confrontati condividendo esperienze ed idee, best practices e strategie per lo sviluppo dell’offerta formativa, con l’attenzione puntata sui fabbisogni delle imprese e sui temi dell’occupabilità giovanile. “Sistemi formativi a confronto” è stata un’iniziativa promossa ed organizzata dall’Osservatorio Regionale dei sistemi di istruzione e formazione in Puglia, istituito da Regione Puglia e ARTI, e in collaborazione con la Regione Veneto.




 Data: 29/09/2015

Avviso 2/2014 "Piani Formativi Aziendali": modifica Atto Unilaterale d’Obbligo
Con Determinazione Dirigenziale del Servizio Formazione Professionale n. 786 del 22 giugno 2015 è stato prorogato il termine delle attività formative al 30 settembre 2015 e la certificazione finale delle spese al 15 novembre 2015. La Determina è disponibile su questo sito, nella pagina dedicata all'Asse I "Adattabilità" nella sezione "Determinazioni".




 Data: 17/10/2013

Ritorno al Futuro, Sasso: «Pronta la graduatoria di Ritorno al Futuro, sono 1284 i vincitori»
Bari, 17 ottobre 2013 - Pronta la graduatoria dei vincitori della V edizione di Ritorno al Futuro, il progetto di alta formazione che finanzia le borse di studio per la frequenza di master post-lauream. «Sono 1284 giovani pugliesi che, grazie al finanziamento ottenuto dalla Regione Puglia, potranno frequentare master in Puglia, in Italia o all’estero – ha detto Alba Sasso, assessore al Diritto allo Studio e Formazione – E, grazie al lavoro straordinario del nucleo di valutazione, è stato possibile anticipare l’esito dell’avviso, previsto verso i primi di novembre, andando incontro alle esigenze dei candidati che chiedevano uno sforzo in questo senso. In quindici giorni lavorativi sono state valutate le 5100 candidature dei ragazzi e pubblicate le graduatorie. Un risultato possibile grazie alle procedure informatizzate e al know-how sviluppato da questa amministrazione nella gestione del bando. Il successo di questa quinta edizione di Ritorno al Futuro – ha concluso l’assessore Sasso – testimonia, anche rispetto al grande numero di candidature, della necessità di politiche che garantiscano a tante ragazze e ragazzi pugliesi gli strumenti per accedere ad una formazione di alta qualità». La graduatoria sarà consultabile sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia e, da domani, sul web all’indirizzo www.sistema.puglia.it e www.fse.regione.puglia.it nelle relative sezioni di Ritorno al Futuro. Dei 1284 giovani finanziati 161 (12.5%) frequenteranno un Master all’estero, 738 (57.5%) seguiranno un Master in Italia ma fuori dalla nostra Regione, mentre 385 (30%) hanno scelto Università ed Enti di Formazione della Puglia o dei territori limitrofi. Con una dotazione di 18 milioni di euro, i giovani vincitori di Master all’estero beneficeranno di una borsa di 25.000 euro, 15.000 euro ai beneficiari di corsi di studio da svolgere in altre regioni del territorio nazionale e 7.500 euro per master da svolgere in Puglia o nei territori delle province limitrofe di Avellino, Benevento, Potenza, Matera e Campobasso. Analizzando la provenienza delle richieste per area di residenza dei finanziati, risulta che dalla provincia di Bari provengono oltre un terzo dei vincitori (473), segue la provincia di Lecce con 235, Foggia 177, BAT 141, Taranto 131 e 102 dalla provincia di Brindisi. I restanti 25 sono giovani pugliesi residenti in altri territori. Delle 4970 istanze proposte correttamente sono risultate ammesse in graduatoria 3938 domande e non ammesse le restanti 1032 richieste. L’intervento è inserito nel Piano Straordinario del Lavoro ed è cofinanziato dal PO Puglia FSE 2007/2013.




 Data: 18/10/2013

"Ritorno al Futuro": pubblicata la graduatoria
Pubblicata la graduatoria dei candidati che hanno inviato richiesta in relazione all'Avviso Pubblico n. 1/2013 - "Ritorno al futuro" per la concessione di borse di studio per la frequenza di master post lauream da svolgersi in Italia e all'estero. La graduatoria è disponibile su questo sito nell’apposita sezione “Ritorno al Futuro”. Le borse di studio sono state assegnate in ordine di graduatoria e fino all'esaurimento dei fondi disponibili. In caso di ex equo tra più candidati, l'assegnazione della borsa di studio è avvenuta dando priorità ai soggetti più giovani, a condizione che le risorse disponibili coprissero interamente l'importo assegnato. Si precisa che la modulistica necessaria all'erogazione delle borse di studio sarà inviata agli indirizzi PEC dei candidati risultati vincitori. La pubblicazione delle graduatorie, prevista per novembre, è stata anticipata proprio per rispondere alle esigenze delle ragazze e dei ragazzi che chiedevano quanto prima di conoscere l’esito dell’Avviso. Continuando ad operare in questo senso, l’Amministrazione Regionale, al fine di consentire a tutti i vincitori di potersi sostenere economicamente, sottolinea l’impegno degli uffici ad erogare entro il corrente anno le somme dovute a tutti coloro che presenteranno le relative istanze di liquidazione entro la data del 5 dicembre 2013.




 Data: 13/12/2013

Pubblicato il nuovo bando “Piani Formativi Aziendali” per la formazione continua
Pubblicato il nuovo Avviso “Piani Formativi Aziendali” per la Formazione Continua, lo strumento attraverso cui la Regione Puglia fornisce contributi finanziari alle imprese per sostenere lo sviluppo delle competenze e l’aggiornamento professionale delle lavoratrici e dei lavoratori pugliesi. «In tre anni abbiamo impegnato 27 milioni di euro per interventi destinati a progetti per la Formazione Continua – ha detto Alba Sasso, assessore alla Formazione e al Diritto allo Studio – Crediamo fermamente che la competitività del sistema economico e produttivo della Puglia passi attraverso l’adeguamento e lo sviluppo delle competenze e della professionalità dei dipendenti delle imprese. Sostenere la formazione continua significa continuare a tenere viva l’attrattività delle nostre aziende – ha concluso Sasso – Questa Amministrazione continua a ritenere fondamentale il raccordo tra politiche di formazione e politiche per il lavoro e lo sviluppo, per un sistema integrato ed efficace». «I beneficiari della formazione – fa sapere l’assessore al Lavoro Leo Caroli - saranno quindi i lavoratori occupati delle aziende pugliesi e i lavoratori dipendenti in CIG/ CIGS/ e CIG in deroga, ma anche gli apprendisti se l’intervento formativo è aggiuntivo rispetto a quello previsto dal contratto e dalla normativa vigente. Il capitale umano – conclude Caroli – è uno straordinario valore aggiunto delle aziende pugliesi e su cui la Regione Puglia continua ad investire per garantire competitività». Con l’Avviso 4/2013 “Piani Formativi Aziendali”, pubblicato sul BURP n. 164 del 12/12/13, la Regione Puglia fornisce contributi economici alle imprese pugliesi che presenteranno richiesta di finanziamento per i relativi piani formativi. L’importo complessivo delle risorse a bando è di ¤ 9.000.000,00, ma il contributo pubblico per ogni singolo piano formativo aziendale non può superare l’importo di ¤ 1.000.000,00. Con i 9 milioni di euro dell’Avviso 4/2013, in tre anni la Regione Puglia, per le politiche di formazione continua, ha impegnato complessivamente 27 milioni di euro: con l’Avviso 10/10 ha finanziato piani formativi per 10 milioni di euro, con l’Avviso 8/2011 3 milioni di euro a sostegno dei soggetti formatori e con gli Avvisi FC/12 e FC/13, rispettivamente 1 milione e 4 milioni di euro per piani formativi propedeutici all’assunzione ed aziendali e pluriaziendali. Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 14.00 del 15/01/2014 e non oltre le ore 18.00 del 28 febbraio 2014, attraverso la procedura on line messa a disposizione all’indirizzo www.sistema.puglia.it, nella sezione Formazione Professionale (link diretto www.sistema.puglia.it/pianiformativi2013 ). L’Avviso 4/2013 “Piani Formativi Aziendali” è cofinanziato con risorse derivanti dal Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo per il periodo 2007-2013 - Asse II “Occupabilità”.




 Data: 21/11/2013

AVVISI 6-8/2012 - pubblicazione modulistica
E’ possibile scaricare la modulistica prevista nell’atto unilaterale d'obbligo, per gli Avvisi 6-8/2012. La modulistica è presente su questo portale, nella sezione Asse V --> Avvisi Pubblici Regionali --> APPROVAZIONE SCHEMA ATTO UNILATERALE D'OBBLIGO AVVISO N. 6/2012 E AVVISO N. 8/2012 --> Allegati




 Data: 11/11/2013

Al via “Dialoghi prima dei Dialoghi”
Al via i “Dialoghi prima dei Dialoghi”, la manifestazione che prevede un calendario di oltre 100 eventi culturali ed esperienze formative rivolte agli studenti pugliesi della secondaria di I e II grado. «Nelle scuole della nostra regione non si respira l’aria della rassegnazione, nonostante i tagli e le mille difficoltà quotidiane, ma si respira vivacità, passione, voglia di andare avanti, nella consapevolezza di essere luogo decisivo per costruire un futuro possibile per i giovani – ha detto Alba Sasso, assessore al Diritto allo studio e formazione - Per questo abbiamo condiviso e fatta nostra la proposta di una rete di dodici scuole di dar vita ad una iniziativa, "I Dialoghi prima dei Dialoghi", che si richiama esplicitamente ai “Dialoghi di Trani”, una delle manifestazioni culturali più importanti nella nostra regione. Con circa 100 eventi culturali, da realizzare in un arco di tempo di 7 mesi, verrà messo in campo un modello di approccio plurale, appunto dialogico, a tematiche culturali che spaziano dai new media ai mutamenti della concezione del tempo, dalle virtù per affrontare la crisi italiana che è anche crisi morale, ai nuovi paradigmi scientifici». Il titolo fa riferimento ai “Dialoghi di Trani”, format ideato da La Maria del porto, associazione partner dell’iniziativa. Lo scopo è favorire nei giovani una salda formazione culturale e una abitudine alla lettura anche utilizzando modalità di comunicazione proprie dei social network e nella prospettiva degli obiettivi di “Europa 2020". Titolo di questa prima edizione (2013/14) è “BEFORE…”, termine che non solo allude alla disposizione temporale della manifestazione rispetto ai “Dialoghi di Trani” ma che soprattutto attiene alla scelta di puntare l’attenzione verso valori, idee, “virtù” che hanno anticipato o stanno anticipando il futuro. “BEFORE…”, quindi, chiave di lettura della complessità del presente per costruire strumenti di orientamento e strategie di uscita dalla crisi. «La manifestazione inizia operativamente oggi e si concluderà a maggio 2014 con un forum conclusivo e la “festa dell’Europa” presso il castello di Trani, città dei Dialoghi – ha dichiarato Antonio Guida, Presidente Rete “Scuole (del) Leggere”, tra i promotori dell’iniziativa – Prevediamo circa 100 eventi che coinvolgeranno circa 10 mila studenti».




 Data: 03/11/2013

P.O. FSE Puglia 2007/2013: avanzamento della spesa ad ottobre 2013
Il 30 ottobre 2013 sono state certificate alla Commissione Europea per il Programma Operativo FSE Puglia 2007/2013 spese pubbliche cumulate per ¤ 617.480.581,28 (di cui ¤ 338.981.223,70 di quota comunitaria). L’avanzamento finanziario in termini di quota FSE del Programma Operativo si attesta oggi su una percentuale di spesa pari al 53% del totale della dotazione comunitaria (di ¤ 639.600.000,00), a fronte del 41,74% registrato a dicembre 2012 e del 46,20% di maggio. In termini di valore cumulato l’avanzamento finanziario si attesta oggi su una percentuale di spesa pari al 48,27% del totale della dotazione del programma (di ¤ 1.279.200.000,00) a fronte del 41,84% registrato a dicembre 2012 e del 46,12% di maggio. Il target di spesa in quota FSE da raggiungere ad ottobre, pari ad ¤ 337.824.268,24, è stato quindi raggiunto e superato di oltre 1,15 Milioni di euro. La spesa aggiuntiva certificata rispetto a dicembre 2012 (quando il totale pubblico cumulato ammontava a circa 433 Meuro) è stata di oltre 187 Meuro (+30,30%), mentre rispetto a maggio 2013, l’incremento della spesa è stato di 131 Meuro (+21,23%). In termini di sola quota comunitaria, le spese certificate nel corso del 2013 ammontano a circa 89 Meuro , con un incremento di oltre 43 Meuro (+12,72%) rispetto all’ultima certificazione di maggio scorso, mentre rispetto a dicembre 2012, la sola quota comunitaria è aumenta di circa 71 Meuro (+21%).




 Data: 31/10/2013

Al via la nuova edizione di Diritti a Scuola
Pronta la nuova edizione di “Diritti a Scuola”, il progetto della Regione Puglia che contrasta la dispersione scolastica e rafforza le competenze di base, migliorando il livello di istruzione delle ragazze e dei ragazzi pugliesi, privilegiando quelli più svantaggiati. «Diritti a Scuola, giunto alla sua quinta edizione, è una delle intuizioni più felici dell’Amministrazione Regionale - ha detto Alba Sasso, assessore al Diritto allo studio e formazione – In Puglia abbiamo abbattuto il tasso di dispersione scolastica dal 30,3% del 2004 al 19.5% del 2011 e siamo convinti possa scendere ancora. Diritti a Scuola è un progetto mirato a rafforzare, fin dai primi anni del percorso formativo, le competenze di base, quelle necessarie per continuare ad apprendere, al fine di superare i gap di partenza di bambini e ragazzi che peserebbero assai negativamente nel loro percorso scolastico e nel loro percorso di vita. Con una ricetta semplice, più insegnanti, più tempo scuola e risorse significative. E le verifiche dell'efficacia del progetto, affidate a soggetti esterni, ci dicono di risultati assai positivi». L’impegno complessivo per il finanziamento dei progetti di Diritti a Scuola, che nelle precedenti edizioni ha coinvolto circa 210.000 ragazze e ragazzi, avvalendosi del lavoro di 5.544 docenti aggiuntivi e 2082 personale ATA, è pari a 25 milioni di euro ed è cofinanziato con risorse P.O. Puglia FSE 2007-2013. Possono partecipare al progetto le Istituzioni scolastiche statali primarie (con esclusione del settore dell’infanzia), secondarie di primo grado, gli Istituti Comprensivi sia per la primaria sia per la secondaria di I grado, e secondarie di secondo grado, per gli allievi del primo biennio. Particolare attenzione sarà data ai progetti presentati dalle scuole a maggior rischio di dispersione. I destinatari dell’Avviso sono gli allievi delle scuole primarie (con esclusione del settore dell’infanzia), secondarie di primo grado e del biennio iniziale delle secondarie di secondo grado, con priorità per gli studenti che presentano situazioni di svantaggio e coloro che presentano maggiori difficoltà di apprendimento. L’avviso, unitamente agli allegati, sarà pubblicato sul B.U.R.P. di oggi 31/10/2013.




 Data: 30/10/2013

In Puglia si va “A Scuola di Impresa!”
Nell’ambito della partecipazione della Regione Puglia a JOB&ORIENTA 2013 è stato promosso “A scuola di Impresa", un concorso rivolto agli studenti della scuola secondaria superiore che selezionerà' le migliori e più innovative di impresa sul tema delle professioni future. «Vogliamo stimolare i ragazzi delle scuole superiori - ha detto Alba Sasso, assessore al Diritto allo studio e formazione - ad immaginare un futuro professionale, convinti che l’elaborazione di idee sia il primo passo verso la realizzazione delle stesse. Le idee più convincenti saranno premiate proprio in occasione di JOB&ORIENTA a Verona». Per partecipare, i ragazzi dovranno compilare una proposta che spieghi l'idea imprenditoriale, il contesto in cui si inserirebbe, l'innovatività della stessa e la sua sostenibilità economica. I contributi di tutti i partecipanti saranno esaminati da una giuria che selezionerà le cinque migliori proposte entro il 15 novembre 2013. Durante la finale, che si terrà venerdì 22 novembre nell'ambito della Mostra convegno nazionale JOB&ORIENTA 2013 di Verona, i cinque finalisti dovranno dimostrare la capacità di comunicare la propria idea al pubblico, contendendosi tre premi: un pc portatile netbook, un tablet e una fotocamera. Il progetto è stato ideato dall' Assessorato al Diritto allo Studio e formazione della Regione Puglia e dall'Arti Puglia, Agenzia Regionale per la Tecnologia e Innovazione, nell'ambito dell'Osservatorio regionale dei sistemi di istruzione e formazione, attività cofinanziata dall'Unione Europea a valere su fondi del PO FSE 2007-2013 Asse VII- Capacità Istituzionale. Tutte le informazioni relative al concorso sono disponibili all’indirizzo internet http://www.osservatorioscolastico.regione.puglia.it/web/guest/a-scuola-di-impresa.




 Data: 26/06/2013

Microcredito d'impresa della Regione Puglia: un sostegno concreto
Quasi 20 milioni di euro per salvaguardare e accrescere l’occupazione sostenendo le aziende più piccole. Ha una fortissimo impatto anticrisi l’ultimo intervento regionale in favore della microimpresa. Si chiama “Fondo Microcredito d’Impresa” e fa parte del Piano Straordinario per il Lavoro. Il fondo agevola le microimprese sane che vogliono crescere e continuare a produrre ma non possono farlo perché nessuna banca concederebbe loro un prestito. Le aziende destinatarie dell’intervento non hanno infatti né i requisiti minimi per ottenere credito dalle banche, né garanzie patrimoniali da offrire. Mettendole in condizione di avere accesso ad un finanziamento, le microimprese potrebbero investire e, investendo, mantenere e incrementare l’occupazione. Secondo le previsioni saranno 1.300 le imprese che verranno agevolate, nell’arco di tre anni, dalla dotazione attuale dell’intervento (19,5 milioni di euro). Il Microcredito, le cui risorse derivano dal Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo per il periodo 2007-2013 (Asse II “Occupabilità”), è un prestito vero e proprio che la Regione Puglia concede alle microimprese attraverso la società regionale in house Puglia Sviluppo Spa.




 Data: 21/10/2013

Apre lo sportello di “Ritorno al Futuro”: AFFRETTATEVI!
A seguito della pubblicazione della graduatoria dei vincitori della borsa Ritorno al Futuro, la Regione Puglia offre un servizio innovativo finalizzato a supportare i ragazzi: uno sportello, aperto tutti i giorni, che si occuperà sia di raccogliere le istanze di finanziamento sia di fornire assistenza alla compilazione della relativa documentazione. Un servizio prezioso che velocizzerà e semplificherà le procedure per la fruizione della borsa, andando incontro alle esigenze dei giovani vincitori. Al fine di consentire a tutti i vincitori di potersi sostenere economicamente, L’Amministrazione Regionale sottolinea l’impegno ad erogare, entro il corrente anno, le somme dovute a coloro che presenteranno le istanze di liquidazione non oltre il 5 dicembre 2013. Lo sportello “Ritorno al futuro”, sito presso gli uffici della Regione Puglia, al piano terra di via Luigi Corigliano n. 1 a Bari, è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00.




 Data: 09/01/2014

Scorre la graduatoria di Ritorno al Futuro!
Pubblicato lo scorrimento della graduatoria di Ritorno al Futuro, il progetto di alta formazione che finanzia le borse di studio per la frequenza di master post-lauream. La nuova graduatoria risolve in parte le posizioni sospese, tiene conto dei ricorsi presentati e delle rinunce dei ragazzi vincitori. Con lo stesso atto, inoltre, vengono stanziati ulteriori 800.000,00 euro che si sommano ai 18 milioni già impegnati. In sintesi, ai giovani già vincitori di borsa, si aggiungono altri 124 che avranno l’opportunità di perfezionare la propria formazione in Italia o all’estero. La graduatoria, adottata con DD n. 1411 del 27/12/13 e pubblicata sul BURP n. 3 del 09/01/14, insieme alla relativa modulistica è disponibile sul web all’indirizzo www.sistema.puglia.it e www.fse.regione.puglia.it nelle relative sezioni di Ritorno al Futuro.